Una gestione più oculata delle commissioni ai procuratori e una attenzione all'etica quando si proporrà il rinnovo d'ingaggio a Gianluigi Donnarumma. E' un ragazzo di 18 anni, il Milan vuole farne il suo perno ma a cifre che comprendano limiti etici. Sono stati i punti toccati da Marco Fassone, amministratore delegato del Milan, a margine dell'Assemblea dei Soci odierna a Casa Milan. Fassone ne ha parlato con i piccoli azionisti, direttamente, vis a vis.

Pubblicità
Pubblicità

Gli investimenti importanti del Milan

Lo stesso Marco Fassone ha poi raggiunto Milanello, dove ha parlato ai microfoni di Milan TV: "Ho voluto anticipare agli Azionisti alcuni messaggi importanti. Il primo, gli investimenti che dovremo fare nella stagione 2017-18 saranno importanti per la Prima squadra. Quindi i prossimi due bilanci non saranno straordinari dal punto di vista economico. Si tratta di aspetti bilancistici che è giusto preannunciare, sperando però in un rilancio della squadra sul campo".

"La volontà dei nuovi azionisti è essere performanti sul campo e sani fuori dal campo, non è una mission semplicissima, dovremo cercare di coniugare le due cose, entro tre anni dovremo raggiungere la salute economica e sportiva. Ci sarà ancora almeno un anno di sacrifici economici, cui speriamo corrisponda un miglioramento delle prestazioni sul campo".

Lo Stadio e il Monte-ingaggi

"Stadio nuovo? La Juventus ha utilizzato un benchmark che conosciamo bene. Ho accennato al sindaco di Milano che è intenzione del Club valutare in futuro un migliore sviluppo di San Siro. La prima cosa da fare è riportare i tifosi allo Stadio. Il Milan aveva medie di partecipazione dei tifosi molto alte, sta a noi rigenerare il clima fra i tifosi, riportarli allo stadio per maggiori ricavi e per un migliore sostegno ai ragazzi. Al di là di andare o non andare in uno Stadio nuovo, questo lo vedremo in futuro, queste sono certamente le priorità".

"C'è stata una compressione del monte-ingaggi dei giocatori in concomitanza non a caso con risultati sportivi non particolarmente brillanti, abbiamo la sensazione che questo monte possa crescere e così sarà, però terremo il livello massimo sotto controllo. La UEFA prevede una percentuale dei ricavi da destinare al rafforzamento della Prima squadra e rispetteremo i livelli indicati dal massimo organismo europeo".

Dichiarazioni importanti da parte di Marco Fassone sul futuro del Milan, in vista di Milan-Bologna, gara decisiva per il ritorno del Milan in Europa e in vista della campagna acquisti estiva. Oggi è stato approvato in Assemblea sia l'aumento di capitale che la strategia sui prestiti obbligazionari del Club rossonero.

Pubblicità

Leggi tutto e guarda il video