L'inizio del mese di giugno è vissuto con un po' di tristezza da tutti i tifosi di qualsiasi squadra, perché finisce il campionato e viene meno un appuntamento settimanale che è fondamentale per chi ama il Calcio e soprattutto il proprio club. Tuttavia l'estate è la stagione delle nazionali, e questo ci permette di scoprire anche nuove realtà e nuovi giocatori. Ma per chi è affezionato ai propri beniamini c'è quindi la possibilità di vederli in azione con le proprie selezioni, tifare per loro e soprattutto sperare che non si facciano male. Vogliamo quindi dare una mano a questi tifosi riepilogando gli impegni dei calciatori delle loro squadre, indicandogli anche come poterli seguire in TV.

Europei under 21

Inutile dire che ciò che è da seguire con maggiore interesse è senza dubbio l'Europeo under 21, che oggi vedrà in campo i nostri azzurrini contro la Repubblica Ceca. La nostra Nazionale la conosciamo, in quanto tutti i calciatori in rosa giocano qui in italia. L'Atalanta 2016/2017 ha fornito tanti elementi a questa nazionale, troviamo infatti Petagna, Grassi e, soprattutto, Caldara e Conti, promessi sposi di Juventus e Milan. A proposito dei rossoneri, a rappresentare questi colori ci sono Donnarumma, Calabria e Locatelli, mentre per i bianconeri c'è il solo Rugani. Ma sono tante le squadre rappresentate in questa talentuosa formazione: il Sassuolo con Pellegrini e Berardi, il Torino con Barreca e Benassi, la Fiorentina con Chiesa e Bernardeschi, l'Inter con Gagliardini e tanti altri.

Avversaria di oggi della nazionale di Di Biagio, la Repubblica Ceca guidata da Patrik Schick passato pochi giorni fa dalla Sampdoria alla Juventus.

Un altro talento del nostro campionato che ritroviamo in questa nazionale è Jankto dell'Udinese, ma l'elenco non finisce più. Senza dubbio i due più rilevanti sono quelli appena citati, ma ce ne sono anche altri due, ossia Zima quarto portiere del Genoa e Simic giovane di proprietà del Milan.

La partita, che potrebbe decidere il destino dell'Italia, verrà trasmessa alle 18 su Rai 1. Alle 20.45 in campo Germania e Danimarca, le altre due squadre inserite nel girone dell'Italia. Nessun calciatore della nazionale tedesca milita in Italia, infatti, ad eccezione del portiere Vlachodimos che gioca con il Panathinaikos, tutti i calciatori di questa selezione giocano in Germania, e tra questi brilla la stella di Gnabry obiettivo di mercato della Juventus.

Anche per la Danimarca nessun giocatore del nostro campionato fa parte di questa rosa tuttavia, per chi volesse adocchiare nuovi talenti, il match verrà trasmesso da Rai Sport+ (canale 57 del digitale terrestre).

Confederations Cup

La giornata calcistica si apre alle 17 con la Confederations Cup, e più precisamente con la sfida tra Russia e Portogallo. Tra i lusitani spicca ovviamente il nuovo acquisto del Milan André Silva che nella prima gara ha avuto a disposizione solo 8 minuti, nei quali però non ha certamente sfigurato. Non impiegato invece Bruno Alves che quest'anno abbiamo visto a Cagliari, e che è destinato ad una Confederations da riserva. Ci sono poi diversi giocatori che sono passati da noi senza lasciare ricordi estremamente positivi come: Rui Patricio al Genoa, Neto a Siena, Eliseu alla Lazio, Danilo Pereira al Parma e soprattutto Quaresma che fu uno dei "primi colpi" dell'era Mourinho, anche se in nerazzurro non fece molto bene.

La Russia invece non ci offre nessuno spunto, soprattutto perché la maggioranza dei calciatori di questa selezione giocano e hanno giocato nel proprio campionato. La Confederations Cup è un'esclusiva di Sky, e questa partita verrà trasmessa su Sky Calcio 1 (canale 251) e Sky Supercalcio (canale 206). Impegno sicuramente più morbido per il Messico, salvato nell'ultima partita da Hector Moreno neo acquisto della Roma. Con la selezione messicana c'è anche Salcedo, che quest'anno ha giocato con la Fiorentina. Va inoltre citato Rafa Marquez che, tra il 2014 e il 2016, ha militato tra le fila del Verona. Anche questa partita verrà trasmessa da Sky sui canali citati prima. Insomma nonostante la fine dei campionati sia una brutta batosta per un po' tutti noi, per fortuna anche d'estate non restiamo mai senza calcio.