Beppe Marotta sta vivendo una prima parte di estate scoppiettante, con la Juventus al centro delle maggiori trattative europee. Dopo le innumerevoli indiscrezioni provenienti dall'Inghilterra, che vorrebbero Cuadrado molto vicino alla Premier League, il ds si è pronunciato sul caso Gigio Donnarumma. 'Il profilo del giovane calciatore è cambiato incredibilmente. Prima la società che ti lanciava era il punto di arrivo ideale, ora invece si tende a programmare la carriera non considerandosi legato ad alcun club. Non so se sia giusto o sbagliato, ma tant'è.' Parole che danno una valutazione il più oggettiva possibile sul fenomeno Donnarumma, che ha invece incendiato i cuori dei tifosi milanisti, ritenutisi traditi da tale comportamento.

Donnarumma e la Juventus

Inoltre Beppe Marotta evidenzia delle similitudini tra la situazione di Donnarumma e quella dell'attaccante bianconero Kean. 'Stiamo vivendo una situazione simile con Kean anche se stiamo riuscendo a trovare un accordo. È davvero complicato muoversi nel mercato per questi giovani, che devono anche fare i conti con qualcosa che va oltre il solo calcio giocato'. Il denominatore comune tra Kean e Donnarumma è rappresentato da Mino Raiola, procuratore di entrambi i giocatori. È molto probabile che le difficoltà a stipulare contratti impegnativi possa derivare dalla presenza del procuratore, che ha tutto l'interesse a far spostare il più possibile i propri assistiti. Marotta, infine, chiarisce la posizione della Juventus riguardo un eventuale interessamento per il giovanissimo portiere classe 99.

'Al momento non siamo dietro Donnarumma, ma bisognerà rivedere più avanti le possibilità di mercato. Ci dovesse essere l'occasione la Juventus, in quanto grande club, avrà il dovere di provarci'. Al momento la porta è comunque difesa dal forse non più eterno Gigi Buffon e inoltre l'arrivo di Sczcesny sembra sempre più vicino.

'Verratti non vale tutti quei soldi'

Il ds juventino dice la sua anche su Marco Verratti e delle possibilità che possa arrivare a Torino, chiudendo però la porta all'evenienza del ripetersi di un altro caso Higuain. 'Quella è straordinarietà. L'ordinarietà è fatta di tasselli importanti.' Marotta, valutando le caratteristiche tecniche del centrocampista del Paris-Saint-Germain, ma soprattutto l'impegno economico da tenere in considerazione, non crede che la Juventus possa spendere tutti quei soldi per lui.

'A questi prezzi, Verratti non ci interessa. Non spenderemo 100 milioni per lui'. Dichiarazioni ragionevoli, alla luce delle trattative ormai quasi in porto riguardanti il centrocampo.