L'italia Under 21 è in semifinale. Questa è indubbiamente la notizia più bella e insperata alla vigilia del match che ci ha visti vittoriosi per uno a zero sulla Germania, con gol di un sontuoso Federico Bernardeschi. Una partita gagliarda e concentrata da parte dei ragazzi Di Biagio: fondamentali i rientri di Caldara, Gagliardini e Barreca ma, nel complesso, tutti gli uomini scesi in campo hanno alternato belle giocate offensive a un pressing in fase di non possesso, orchestrato da un altro giocatore dal quale l'Italia non può prescindere, il capitano Benassi.

Ora la Spagna

È stato palese che, a 10 minuti dal termine del match, la Germania fosse cosciente che, pur perdendo, sarebbe andata in semifinale da seconda classificata in virtù della contemporanea sconfitta della Repubblica Ceca, evitando così la strafavorita Spagna, e pescando l'Inghilterra. Toccherà dunque agli "azzurrini" affrontare Asensio e compagni, una squadra piena di talenti e di esperienza, che da anni trionfa in tutte le categorie Under e che sforna talenti per il futuro dei suoi club e della nazionale maggiore.

Sarà una sfida da affrontare a testa alta e petto in fuori, senza alcun timore reverenziale, ma con il giusto rispetto e voglia di stupire. Di Biagio sicuramente confermerà gli uomini che sabato sera hanno fatto la differenza.

La rivincita di Gigi Di Biagio

Dopo la pioggia di critiche piovute all'indomani della sconfitta sulla Repubblica Ceca, la serata di Di Biagio profuma di rivincita e, se l'altra sera nessuno gli ha risparmiato giudizi severi, oggi bisogna fare i complimenti al mister che ha indovinato la "mossa Chiesa" e, soprattutto, non ha rinunciato a un faro come Gagliardini e ad una certezza come Caldara.

Il CT azzurro ha manifestato la sua soddisfazione ai microfoni Rai ma, al contempo, è già proiettato sulla semifinale da giocare con tanto cuore martedì 27 giugno con le "Furie Rosse". Il tecnico ha riconosciuto di aver sbagliato qualcosina nella gara precedente, e ha predicato calma e concentrazione, in vista della prossima, delicatissima sfida.

La serata di Bernardeschi

Magie, sacrificio e tanta corsa per l'assoluto trascinatore della splendente notte azzurra, Federico Bernardeschi, che fin dal primo minuto ha dimostrato di essere in gran forma, con una punizione che ha sfiorato la rete e giocate fantastiche, che lo hanno reso imprendibile.

Poi, a 15 minuti dal termine del primo tempo, è stato bravo a sfruttare il pressing vincente di Pellegrini, e a battere l'estremo difensore tedesco con un elegante esterno sinistro che ha fatto passare la palla sotto le gambe del portiere. Speriamo che il talento in forza alla Fiorentina, ma corteggiato dalla Juventus, riesca a trascinare quest'Italia nell'impresa di martedì sera contro la Spagna.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto