Sesta giornata di qualificazione per i prossimi Mondiali del 2018 in Russia, che si concluderà oggi, attraverso le partite dei gruppi D, I e G, spalmate tra le 18 e le 20:45. Difatti, il sesto turno di sfide europee ha visto notevoli passi avanti verso la Russia di alcune tra le principali Nazionali, importanti infatti le vittorie di Svizzera e Portogallo, con la prima ad un passo dallo staccare il pass e anche della Germania, che contro il San Marino ha incrementato ancor di più il suo bottino di punti (18). Non solo, però, primati consolidati e definiti, ma il sesto turno ha rilevato sfide abbastanza equilibrate e sorprendenti, che hanno dato un ulteriore slancio a tutte quelle squadre, che sperano ancora in un posto al prossimo Mondiale: il successo della Svezia contro la Francia, ne è stato l'esempio più lampante, che ha permesso agli scandinavi di agganciare i transalpini in vetta al girone, ma anche all'Olanda di avvicinarsi al secondo posto, pari spettacolare è stato quello tra Scozia e Inghilterra, con i padroni di casa per due volte in vantaggio e rimontati al 94' da Kane.

Girone D

A partire dalle 18 gli occhi saranno puntati, verso uno dei gruppi più equilibrati di queste qualificazioni, ossia quello D, con ben quattro squadre divise da appena 4 punti. In campo, infatti, saranno Irlanda (11) e Austria (7), sfida dalle multiple diramazioni, visto che una possibile vittoria dei "The Boys in green", permetterebbe il consolidamento del primato e l'avvicinamento al Mondiale russo, dall'altro lato, gli austriaci saranno obbligati, o quasi, alla vittoria per non dire, definitivamente addio alle speranze Mondiali. Altra sfida di grande valore, è quella tra Serbia (11) e Galles (7), con gli ospiti al successo obbligato, per non guardare la prossima Kermesse, da semplici spettatori.

Infine l'ultima partite del girone è quella tra Georgia e Moldova, ormai spacciate e senza pù obiettivi.

Gruppo I

Anche il Gruppo I risulta essere abbastanza equilibrato, con quattro squadre racchiuse in 5 punti. I fari, però, saranno tutti puntati verso la sfida di Reykjavik tra Islanda e Croazia, rispettivamente seconda (10) e prima (13) in classifica.

Il girone si concluderà, infine, con le altre due pretendenti al Mondiale, ossia l'Ucraina, impegnata alle 18 in Finlandia e la Turchia, che sarà ospite del modesto Kosovo.

Raggruppamento G

Girone da vedere con occhio di riguardo è, appunto, quello G, con la presenza dell'italia. Questa sera, a partire dalle 20:45, gli azzurri di Ventura saranno impegnati alla Dacia Arena di Friuli, contro il modestissimo Liechtenstein.

Gli azzurri, obbligati alla vittoria, per restare a braccetto della Spagna, impegnata in Macedonia, dovranno, più che altro, provare a vincere con parecchie reti di scarto, visto che la differenza reti con gli iberici ci penalizza (17 a 8). Infine, la sfida che concluderà il girone sarà quella tra Israele e Albania.