Game over all'Olimpico. Serata di grande sofferenza per la Roma che batte 1-0 gli azeri del Qarabag, conquistando la qualificazione agli ottavi di finale di Champions League, nonché il primato del girone. Decisivo il pari per 1-1 allo Stamford Bridge tra Chelsea e Atletico Madrid. Mattatore della serata romanista, Diego Perotti, che al minuto 53' ha trovato la rete scaccia-fantasmi.

Roma con il freno a mano tirato

Primo tempo affannoso e giocato a ritmi molto bassi dalla Roma che fa fatica ad ingranare contro una squadra molto bene messa in campo da Gurbanov.

Pubblicità
Pubblicità

I primi squilli dei giallorossi alla porta di Sehic arrivano al minuto 14' con il tacco di Manolas, liberatosi bene in area di rigore su cross di El Shaarawy. Al minuto 20' tocca ad Aleksandar Kolarov riscaldare i guanti dell'estremo difensore bosniaco del Qarabag con un tiro cross, smanacciato bene sull'area piccola. I minuti passano ed all'Oimpico la tensione inizia a farsi sentire, soprattutto perché la Roma non riesce a trovare il gol che scaccerebbe tutte le paure.

Bisogna aspettare i minuti di recupero per rivedere la squadra giallorossa farsi pericolosa nella retroguardia azera, grazie ad un gran tiro di Nainggolan, che sfrutta una ribattuta da calcio d'angolo, trovando, però, un'altrettanta buona risposta di Sehic. Il primo tempo dice 0-0 .

La rete schiaccia fantasmi.

Il secondo tempo dell'Olimpico si riapre in contemporanea con la sfida dello Stamford Bridge di Londra e con i giallorossi pronti sin dalle prime battute a chiudere definitivamente il discorso qualificazione.

Pubblicità

La pressione romanista si fa sentire e al minuto 53' Perotti fa impazzire l'Olimpico. Grande penetrazione solitaria dell'argentino che va via in slalom centralmente, va dentro da Dzeko, ribattuta di Zehic e tap in di testa ancora di Perotti. È 1 a 0 Roma. In contemporanea arrivano buone notizie da Londra, la rete di Saul allo Stamford Bridge rincara la dose di entusiasmo giallorosso e gli uomini di Di Francesco vanno vicino al raddoppio in almeno altre due circostanze, prima con Nainggolan e poi con Kolarov su punizione.

L'unico pericolo arriva al minuto 82' con Michel che riesce a colpire indisturbato di testa dall'area piccola romanista. Per fortuna della Roma, Allison c'è.

Il match si chiude dopo due minuti di recupero, sul risultato di 1-0. Di Francesco e la Roma prendono due piccioni con una fava, ossia qualificazione agli ottavi di finale e primato del gruppo C.

Leggi tutto