La Juventus prova a rianimare i tifosi delusi dopo l'inaspettata partenza di #Bonucci verso Milano, sponda rossonera, e in attesa di dare l'assalto a Federico Bernardeschi e a un centrocampista, Kroos e Matuidi i nomi più caldi, presenta l'acquisto più prestigioso finora della sua campagna acquista: l'ala brasiliana Douglas Costa, prelevato nei giorni scorsi dal Bayern Monaco di Carlo Ancelotti.

"Sono qui per aiutare la Juventus"

Un Douglas Costa, pacato, riflessivo che per prima cosa ringrazia la sua ex-squadra, ma ha subito esaltato la sua nuova squadra: "La #Juve è un club vincente:, sono sicuro di essere arrivato nella squadra giusta al momento giusto".

Facendo anche un cenno alla "sfortuna" che a detta dell'esterno brasiliano è mancata alla squadra bianconera per sollevare la coppa nell'ultima finale di Champions League di Cardiff contro il Real Madrid. Alle domande dei giornalisti presenti sui suoi nuovi compagni, Douglas Costa ha fatto riferimenti precisi a uno dei suoi partner con cui animerà l'attacco juventino: Higuain. Per il numero 9 bianconero Douglas Costa ha affermato: "Segnerà 40 gol con i miei assist? Spero di fargliene tanti". Tanto veloce e intraprendente in campo, quanto morigerato fuori: "Mi piace stare con mia moglie, giocare ai videogame e a bowling".

"Spero di adattarmi in fretta, è un campionato dove c'è tanto contatto fisico"

Effettivamente non sarà facile per l'esterno brasiliano che si troverà a dover adattare in fretta il suo gioco fatto di velocità, dribbling e grande tecnica alla nostra Serie A. Il ventiseienne originario di Porto Alegre, infatti, nelle ultime due stagioni in Bundesliga ha fatto vedere grandi doti di suggeritore fornendo ben 27 assist in 77 apparizioni con la maglia del Bayern, mostrando, però, una scarsa verve realizzativa visto che le reti messa a segno in due anni sono solamente 14.

Un giocatore brevilineo (1,70m) che può giocare indifferentemente a destra o sinistra nella trequarti avversaria e che potrebbe costituire, insieme al connazionale Alex Sandro, una delle catene di sinistra più forti d'Europa. Insomma un giocatore che si potrebbe inserire perfettamente nello scacchiere di Allegri che in quel ruolo la scorsa stagione ha dovuto adattare, peraltro con ottimi risultati, Mario Mandzukic e che, oggi, invece si ritroverebbe con un'abbondanza e una qualità mai avute prima.

Gli addetti ai lavori sono tutti concordi sulla bontà di Douglas Costa, non resta che attendere le reazioni dei tifosi e del campo.

Segui la nostra pagina Facebook!