Un amichevole di calcio che rischia di trasformarsi in tragedia per il giovane calciatore dell’ajax Abdelhak Nouri, che si è accasciato in campo perdendo i sensi durante il match disputato contro il Werder Brema.

Le dinamiche del malore

Il calciatore olandese classe ‘97 di origini marocchine è stato subito soccorso dopo che si è accasciato a terra perdendo i sensi intorno al settantesimo minuto del match, un amichevole disputato contro il Werder Brema.

Pubblicità
Pubblicità

Al ventenne sono stati prestati tempestivamente i primi soccorsi, e la sua condizione è parsa tanto grave da rendere necessario l’utilizzo di un defibrillatore, immediato è stato il trasporto in ospedale in eliambulanza. Dal profilo Twitter ufficiale dell’AFC Ajax si apprende che è stata un'aritmia cardiaca a causare il malore, e che nonostante le condizioni all’inizio sembrassero così critiche che tutti sul campo erano in preda alle lacrime e allo sconforto, Nouri resta grave ma stabile. La partita, che si svolgeva a Zillertal in Austria, è stata prontamente interrotta, ed il pubblico è stato invitato a lasciare la struttura.

Pubblicità

I video in rete ed i messaggi di solidarietà

Quegli interminabili attimi, intrisi di paura, sgomento e preoccupazione per le condizioni del giovane centrocampista dell’Ajax sono stati immortalati e diffusi in rete, o visti comunque in TV da chi stava seguendo l’incontro amichevole tra i lancieri e il Werder Brema. Intorno al settantesimo minuto di gioco si vede la figura del giovane in un angolo dello schermo che smette di correre, cammina sempre più lentamente, e si accascia.

Un suo compagno di squadra gli prende la mano, ma Nouri perde i sensi. Alla vista di queste immagini molti internauti e non solo si sono mobilitati offrendo parole di conforto ed incitando tutti, dalle persone più care al ragazzo, a chi lo ha visto accasciarsi a terra, o semplicemente agli amanti del Calcio, a non perdere le speranze.

Il precedente in Italia

Chi segue il calcio italiano assiduamente non può non ricordarsi di un fatto simile, che coinvolse Piermario Morosini, accasciatosi in campo anche lui il 14 aprile 2012, mentre si stava disputando Pescara-Livorno, quattordicesima giornata di ritorno del campionato di serie B.

Il giovane centrocampista del Livorno non riuscì a salvarsi, morì in ospedale dopo aver avuto in campo una crisi cardiaca. O meglio, per una crisi causata da una malattia congenita: la cardiomiopatia artimogena. Ovviamente, siamo tutti con Nouri, convinti che vincerà la sua partita più importante, quella per la vita.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto