Il cammino verso del Milan verso la finale di Lione, comincia dalla Romania e più precisamente dalla città (o per meglio dire cittadina) di craiova. Un nome che dice poco anche a chi conosce abbastanza bene il mondo del calcio. In effetti il Craiova è una squadra di media classifica del campionato rumeno e, nella passata stagione, si è qualificata ai preliminari di Europa League tramite un mini torneo di ripescaggio per gli ultimi posti destinati alle squadre rumene nelle competizioni europee. Il precampionato per i rumeni è andato in maniera disastrosa con ben 4 sconfitte in altrettante amichevoli giocate.

Si tratta però di una compagine più avanti nella preparazione in quanto, proprio questa sera, farà il suo esordio anche in campionato ospitando il Poli Iasi. Con il Milan invece le sfide sono in programma il 27 luglio e il 3 agosto.

Presente un po' di Italia

C'è un po' di tricolore italiano in questo Craiova, a cominciare dall'allenatore che è Denis Mangia ex allenatore del Palermo e della nostra under 21. Uno dei nuovi acquisti invece è Fausto Rossi, ventiseienne centrocampista che proviene dal Trapani ma che è di proprietà della Juventus. Un'altra conoscenza di Serie B e Lega Pro è l'italo-brasiliano Gustavo che ha vestito le maglie di Messina, Novara, Lecce e Salernitana. Giocatore di maggiore rilievo invece è Andrei Ivan attaccante che, seppur ventenne, è capitano e simbolo della squadra.

Nel reparto offensivo da tenere d'occhio anche Minaj Roman, giocatore riscattato dal Nec. In porta invece Mangia si affida all'esperienza di Nicolae Calancea, portiere molto navigato e che ha girato diverse squadre. Insomma parliamo chiaramente di una squadra di medio/basso livello che non dovrebbe creare particolari problemi al Milan, gli unici fattori da tenere in considerazione saranno la condizione fisica migliore in cui si trovano i rumeni e il fatto di dover giocare la gara di andata fuori casa.

Città universitaria

Craiova conta appena 300.000 abitanti e sorge sul fiume Jiu nella storica regione dell'Oltenia. Dista circa 3 ore di macchina dalla capitale Bucarest, ma dal 2009 può contare su un ottima rete metropolitana che collega molto bene le due città. Il nome completa della squadra è Universitatea Craiova, ed è dovuto dal fatto che la cittadina rumena è un vero e proprio ritrovo di studenti universitari.

Tanti gli spunti culturali che si possono trovare lì dal Museo delle delle arti alla Madonna Dudu, passando per il parco Romanescu.