Aubameback: è questo l'hashtag lanciato da giorni ovunque da tantissimi tifosi rossoneri. Dopo una buonissima campagna acquisti mirata ad aggiustare la squadra un po' in tutti i reparti, i supporter del Milan ora però sognano il colpo da 90. Modric sarebbe il centrocampista che servirebbe al club rossonero, il grande regista che proprio manca ma anche in attacco serve quel giocatore in grado di spostare gli equilibri. Certo nella lista ci sono Kalinic e anche Ibrahimovic, ma l'obiettivo numero è un Pierre Aubameyang che però ha un costo del cartellino che si aggira tra i 70 e gli 80 milioni di euro.

Un altro ostacolo è rappresentato ovviamente dal contratto, con il giocatore del Gabon che non vorrebbe guadagnare meno di 7 milioni di euro l'anno. Insomma una trattativa di Calciomercato ancora decisamente in salita ma che potrebbe subire un'accelerata con la cessione di De Sciglio, e vi spieghiamo il perché.

Milan-Aubameyang, questioni di regolamento

De Sciglio, Abate, Antonelli, Simic e Zigoni sono gli unici giocatori giocatori over 21 ad essere cresciuti nel vivaio del Milan. Il regolamento dice che nella rosa di 25 giocatori da presentare per iscriversi al campionato di Serie A, devono esserci 4 giocatori che si sono formati in un qualunque squadra italiana, e 4 over 21 che, quando avevano tra i 15 e i 21 anni, sono stati tesserati per almeno tre anni dalla squadra alla quale appartengono attualmente, in questo caso il Milan.

In questa lista, per ragioni d'età, non possono quindi rientrare Donnarumma, Calabria, Locatelli, Cutrone e Crociata. I rossoneri al momento hanno 5 giocatori in rosa che rispettano questi parametri, ma il calciomercato è ancora aperto e per alcuni di loro la partenza sembra davvero dietro l'angolo.

Milan, chi sono i partenti

Il primo destinato ad andare via è Gianmarco Zigoni, che l'anno scorso è stato tra i protagonisti della storica promozione della Spal. Il ventiseienne attaccante è molto corteggiato nuovamente proprio dalla Spal, che vorrebbe riportarlo a Ferrara anche per questa nuova avventura nella massima serie.

Non mancano inoltre tantissime offerte anche dalla Serie B, dove Zigoni viene visto come il bomber per fare il salto di categoria. Con la sua partenza che sembra scontata, ne resterebbero quindi precisamente 4. Ma mentre Abate e Antonelli al 99% non si muoveranno da Milano, sono decisamente diverse le situazioni di Simic e De Sciglio. Il giovane difensore croato sa di non avere spazio e vorrebbe continuare a fare gavetta da qualche altra parte.

Su De Sciglio c'è la Juventus

Per quanto riguarda De Sciglio, sappiamo del forte interessamento della Juve e in particolar modo di Massimiliano Allegri. Il giocatore in questo momento sembra decisamente un pesce fuor d'acqua e sa benissimo che, a differenza degli scorsi anni, non parte sicuramente da titolare.

Qualora quindi il Milan si ritrovasse con un 3 giocatori che rispettano quei parametri, sarebbe obbligato a trovarne un quarto, e Aubameyang, essendo cresciuto nelle giovanili rossonere, risponde precisamente a questi requisiti.