Dopo la pessima prestazione europea contro il Barcellona, terminata tre a zero per la compagine spagnola, la Juventus di Massimiliano Allegri è pronta a sfidare il Sassuolo nel prossimo match di campionato, che si giocherà domenica 17 Settembre alle 12:30. Nei recenti incontri tra le due squadre, i bianconeri sono riusciti ad ottenere ben diciannove punti su ventiquattro disponibili, un risultato a dir poco entusiasmante per gli uomini di Max Allegri, che hanno tanta voglia di riscattarsi dopo la sconfitta subita in Champions League. Al momento la Juventus è prima in classifica a punteggio pieno, mentre il Sassuolo ha ottenuto soltanto un punto.

Scopriamo insieme le novità di formazione con le quali entrambi gli allenatori si presenteranno domenica a ora di pranzo.

Nella Juventus pronto a tornare dal primo minuto di gioco Rugani

Dopo la sorprendente esclusione nella gara di Champions League, Rugani è pronto a tornare dal primo minuto nella sfida contro il Sassuolo. Il difensore verrà schierato titolare al fianco di Benatia, andato vicino al gol durante il secondo tempo di Barcellona-Juventus, sugli sviluppi di un calcio d'angolo. A completare il reparto difensivo ci saranno Lichtsteiner e Alex Sandro: quest'ultimo lo scorso anno giocò un'ottima partita al Mapei Stadium, trovando un assist perfetto per Gonzalo Higuain.

A centrocampo giocheranno Matuidi, Cuadrado e Pjanic, l'unica nota lieta della partita contro i blaugrana.

In attacco spazio al tridente: Dybala, Higuain e Mandzukic, pronto a rientrare di nuovo in campo dopo un'infortunio che l'aveva tenuto lontano dal campo per l'incontro di Champions League.

Bucchi si affiderà alla coppia d'attacco Falcinelli-Politano

Per colmare l'assenza di Domenico Berardi, fuori per infortunio, l'allenatore neroverde si affiderà al tandem d'attacco Falcinelli-Politano.

Alle loro spalle un centrocampo a cinque: Lirola, Sensi, Magnanelli, Duncan e Peluso. Difesa a tre composta da Acerbi, Cannavaro e Letschert, pronti ad arginare gli attacchi offensivi del tridente juventino.

Sarà una partita molto ostica sulla carta per gli uomini di Bucchi, reduci da un inizio di stagione molto negativo, dove hanno subito due sconfitte e ottenuto un pareggio a reti inviolate contro il Genoa, nella prima giornata di campionato.

Quella di domenica potrebbe essere una partita chiave per il futuro di Bucchi sulla panchina del Sassuolo.