Dopo le vittorie di Juve e Roma, stasera tocca al Napoli di Sarri strappare in extremis il pass per gli ottavi di finale della coppa dalle grandi orecchie: gli azzurri dovranno vincere a Rotterdam, sul difficilissimo e caldissimo campo del Feyenoord. I tre punti però potrebbero non bastare ai partenopei: bisogna infatti che il Manchester City vinca in casa dello Shakhtar; se gli ucraini riuscissero a strappare anche solo un punto, gli azzurri saranno retrocessi in Europa League, competizione importante quanto scomoda per una squadra che punta a vincere lo scudetto, dato che sarebbe costretta a giocare di giovedì.

Il Napoli ci crede

In queste ore, l'aria si fa sempre più pesante intorno all'ambiente partenopeo: c'è voglia di far bene, ma allo stesso tempo c'è il timore che qualcosa possa essersi inceppato nel giocattolo di Sarri, specialmente dopo la sconfitta con la Juve, che è arrivata dopo due prestazioni poco brillanti, seppur vincenti, con Milan e Udinese, e l'infortunio di Insigne, il migliore dei suoi nelle ultime uscite. Non è sicuramente il miglior Napoli della stagione, ma Sarri deve trovare le giuste motivazioni per spronare la squadra . Ieri, in conferenza stampa, il tecnico toscano è apparso più nervoso del solito, forse anche a causa delle frecciatine arrivategli in settimana da Spalleti :nel finale però l'ex Empoli ha voluto riportare giustamente l'attenzione sull'importanza della gara:" Non sarà facile, ma potremmo essere il primo Napoli della storia a centrare gli ottavi per due anni di fila ", ha spiegato il tecnico che con queste parole proverà a spingere i suoi a dare tutto in questi 90 minuti decisivi.

Senza Insigne esterno a sinistra, stasera potrebbe giocare Zielinski dal primo minuto , con Mertens e Callejon in avanti, Hamsik ,Jorginho e Allan a centrocampo, Albiol, Koulibaly, Rui e Hysaj in difesa e , naturalmente, Reina in porta.

2000 napoletani in trasferta a Rotterdam

Saranno circa 2000 i napoletani presenti a Rotterdam, mentre una città intera sarà incollata davanti al televisore : La maggio parte dei partenopei crede fortemente nell'impresa, confidando anche nel fatto che il City rispetti l'impegno Champions sino all'ultimo e vada in Ucraina per vincere e chiudere il girone a punteggio pieno .

Non mancano però , come sempre, i più scettici , che prevedono un palese "biscotto" tra gli inglesi ed il Donetsk. L'errore più grave che la squadra potrebbe commettere in questa occasione, sarebbe sottovalutare il Feyenoord, fanalino di coda del girone, ma che nell'ultima gara europea della sua stagione, proverà a regalare una vittoria ai suoi tifosi.

Le condizioni per una grande serata di calcio ci sono tutte: ora non ci resta che aspettare e goderci lo spettacolo.