Due pareggi e due vittorie delle squadre di casa hanno caratterizzato gli anticipi della 18a giornata di campionato di Serie B. Novara-Cremonese e Ternana-Parma sono finite sull'1-1, mentre il Cesena ha battuto in rimonta il Pescara per 4-2 e lo Spezia ha liquidato di misura il Foggia per 1-0. In attesa delle altre gare, il Parma è in testa alla classifica mentre il Cesena, confermando gli ultimi progressi, si porta a 21 punti ed è fuori, momentaneamente, dalla zone play out.

Zeman e Stroppa a rischio esonero?

La sconfitta del Foggia, la terza di fila, potrebbe far maturare l'ipotesi di un cambio della guida tecnica.

A quanto pare, secondo le ultime indiscrezioni riportate da Tutto.B, i dirigenti rossoneri stanno vagliando alcuni nomi per la panchina in caso di esonero del tecnico Stroppa. Allo stato attuale, i profili più gettonati sono quelli di Roberto Stellone e Mimmo Di Carlo.

Non è meno preoccupante la situazione del Pescara, dopo la seconda sconfitta consecutiva nelle ultime tre gare. Uno score poco rassicurante per la formazione abruzzese con quattro punti nelle ultime cinque gare disputate, con l'ennesima rimonta subita nei secondi 45'. Proprio per questo, da qualche settimana la dirigenza sta valutando un cambio per la panchina e tra i papabili sostituti di Zeman ci sono Stefano Colantuono, lo stesso Roberto Stellone e Massimo Drago.

Domenica tutti gli occhi saranno puntati sul big match della 18a giornata, Bari-Palermo, sfida al vertice della classifica. Molti lo considerano un anticipo della Serie A, una gara che potrebbe definitivamente proiettare una delle due squadre verso il traguardo tanto agognato.

Bari-Palermo, anticipo di Serie A

Il Bari vorrà far valere la legge del san Nicola, dove ha vinto 7 gare su otto, ma dovrà migliorare schemi ed automatismi per mettere in difficoltà la squadra siciliana.

Per la formazione l’ex Brienza dovrebbe ancora una volta andare in panchina, mentre per il resto non dovrebbero esserci altre novità con l'ormai affidabile 3-4-3.

Per il Palermo un'altra grande prova di maturità attendono gli uomini di mister Tedino. La squadra non può farsi condizionare dalle vicende relative all'istanza di fallimento e deve pensare esclusivamente all'impegno che l'attende.

Fra l'altro i rosanero hanno molte pedine indisponibili e Tedino partirà certamente con una squadra molto accorta e abbottonata in difesa. Si spera nel recupero di Bellusci, mentre partiranno titolari Cionek e Struna, con il polacco Szyminski pronto a giocare se l'ex Empoli non dovesse farcela. Tante le novità nel centrocampo palermitano dove probabilmente sarà arretrato Coronado con Gnahorè e Dawidovicz, mentre ai lati saranno impiegati Rispoli e Aleesami. In attacco, l'assenza di Nestorovski costringerà Tedino a varare un duo inedito composto da Embalo e Trajkovski.

Le probabili formazioni: Palermo (3 – 5 – 2): Posavec; Cionek, Struna, Bellusci; Rispoli, Dawidowicz, Gnahoré, Coronado, Aleesami; Embalo, Trajkovski.

Allenatore: Tedino.

Bari (3 – 4 – 3): De Lucia; Capradossi, Marrone, Gyomber; Sabelli, Petriccione, Busellato (Basha), Tello; Improta (Iocolano), Cissé, Galano. Allenatore: Grosso.