Siamo giunti quasi al termine del campionato e sia il Cagliari che la Roma, devono ancora raggiungere i propri obiettivi. La partita tra le due compagini si profila quindi una vera e propria battaglia; il Cagliari ha necessità di punti per poter raggiungere la salvezza, i giallorossi invece sono in corsa per ottenere un posto per la Champions League della prossima stagione.

Lopez deve cambiare la formazione a causa di squalifiche ed altro

Il tecnico uruguaiano dovrà necessariamente mescolare la carte a causa di alcune squalifiche.

Pubblicità
Pubblicità

Mancheranno infatti Cigarinine Castan ai quali si aggiungono alcuni infortunati, come il difensore Romagna ancora in forte dubbio e Miangue. Probabilmente Lopez dovrà in un certo senso rinunciare al suo solito credo tattico, mettendo da parte il 3-5-2 ed affidandosi al 4-3-1-2, che fece in passato le fortune di Ballardini, Allegri ed altri. Tra i pali ci sarà Cragno, mentre la linea difensiva a quattro dovrebbe essere composta da Farago sulla destra, dai centrali Andreolli e Ceppitelli ed a sinistra da uno tra Lykogiannis e Padoin.

Pubblicità

A centrocampo i tre dovrebbero essere Dessena o Padoin, Barella in cabina di regia e Ionita sul centrosinistra; sulla trequarti invece Farias sembra favorito su Cossu. Davanti invece la coppia d'attacco dovrebbe essere composta da Sau e Pavoletti.

Servirà avere il coltello tra i denti

La Roma reduce dall'eliminazione rocambolesca in semifinale di Champions, si presenterà sull'isola per ottenere i tre punti necessari per tenere a distanza, le altre concorrenti ai posti utili per ottenere un posto nell'Europa che conta.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Serie A A.S. Roma

Certo, guardando la classifica in teoria la squadra di Di Francesco, a Cagliari dovrebbe passare senza grossi problemi. Il campo invece potrebbe riservare sorprese, perché per il Cagliari questo rappresenta un big match dal quale urge fare punti. I rossoblu sono chiamati ad una prova di orgoglio, nella quale dovranno invertire la rotta rispetto alle ultime uscite, mostrando i denti all'avversario e cercando di tenere alta la concentrazione per tutti i novanta minuti.

Il pubblico potrebbe rappresentare Il classico dodicesimo uomo in campo, per cercare di spingere i rossoblu verso un'impresa che in questo momento pare davvero titanica. Dopo questa gara ne rimarranno solo altre due, contro Fiorentina e Atalanta che rappresentano certamente due clienti molto insidiosi, con i quali fare punti non sarà impresa semplice.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto