E' tramontata definitivamente la trattativa che avrebbe potuto portare all'Inter il centrocampista croato del Real Madrid, Luka Modric. Ieri c'è stato un ultimo vertice tra il giocatore, gli agenti e il patron del club spagnolo, Florentino Perez, conclusosi con un nulla di fatto. Il presidente, infatti, non ha voluto saperne di liberare il giocatore, nonostante una promessa fatta tempo fa secondo cui con un'altra vittoria in Champions League, poi arrivata effettivamente con il trionfo in finale contro il Liverpool, sarebbe stato libero di andare via.

Pubblicità
Pubblicità

Un atteggiamento diverso rispetto a quello avuto con Cristiano Ronaldo che, invece, è stato ceduto alla Juventus per cento milioni di euro.

Si è parlato di una sorta di bozza di accordo con Luka Modric, che avrebbe firmato un contratto quadriennale, fino al 2022, a quasi dieci milioni di euro a stagione, più un contratto di due anni pronto successivamente per concludere la carriera in Cina con la maglia dello Jiangsu, l'altro club di cui è proprietario Suning. Nulla, comunque, di ufficiale, come ci tiene a sottolineare l'Inter.

Pubblicità

La denuncia del Real Madrid

Il Real Madrid ha deciso di denunciare alla Fifa l'Inter per aver avuto contatti con Luka Modric senza l'autorizzazione del club proprietario del suo cartellino. Secondo il patron, Florentino Perez, dunque, la società nerazzurra avrebbe violato le regole, magari dimenticando quanto successo con il suo nuovo allenatore e l'ex commissario tecnico della Nazionale spagnola, José Lopetegui.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Inter Calciomercato

Anche il presidente della Liga spagnola ha attaccato l'Inter, sostenendo di usare trucchetti per attirare i campioni, comparando la vicenda Modric a quanto successo lo scorso anno con Neymar, acquistato dal Paris Saint Germain, che ha pagato la clausola rescissoria da duecentoventi milioni di euro.

Curioso, però, che proprio la Fifa abbia sanzionato un club della Liga, l'Atletico Madrid per aver acquistato nell'estate del 2014 Alessio Cerci dal Torino in compartecipazione con un fondo del Qatar per una cifra complessiva da quattordici milioni di euro.

La risposta dell'Inter

Stando a quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, il Real Madrid ha denunciato l'Inter in data 14 agosto. La Fifa ha comunicato ciò alla società nerazzurra che, in una lettera inviata il 16 agosto alla stessa Fifa, afferma come non abbia mai avuto contatti con il giocatore, né abbia aperto direttamente una trattativa. Una denuncia ritenuta senza fondamento dal club meneghino visto che non c'è stato alcun approccio con il miglior giocatore del Mondiale in Russia.

Pubblicità

Al massimo è stato l'entourage del croato ad offrirlo all'Inter, che ha risposto che prima avrebbero dovuto farsi liberare dal Real Madrid.Ora, la palla passa di nuovo nelle mani della Fifa, che dovrà decidere se aprire o meno una indagine formale nei confronti.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto