La seconda sconfitta consecutiva del Milan, che questo giovedì sera ha perso a San Siro per 2-1 contro il Real Betis Siviglia, rende l'ambiente rossonero ancora più cupo di quanto già non fosse dopo la bruciante debacle nel derby di domenica scorsa.

La squadra di mister Gattuso è parsa per buona parte della gara completamente astratta, alienata e sicuramente con un atteggiamento troppo sufficiente per una gara che si presentava non poco ostica, nonostante si disputasse in casa dei rossoneri.

Gli spagnoli non hanno infatti trovato particolari difficoltà nel dominare in lungo e in largo buona parte della gara e hanno vinto meritatamente, nonostante un atteggiamento ostruzionista e a tratti anche antisportivo.

La situazione nel girone F di Europa League, nonostante non sia disperata, si fa adesso abbastanza complicata per la squadra milanese, che qualora non riuscisse a strappare più di un punto nella gara di ritorno a Siviglia, dovrà poi probabilmente conquistare la qualificazione contro il Dudelange e poi ad Atene in casa dell'Olympiakos. Impresa non irraggiungibile ma sicuramente ardua, visto anche il momento di forma non esattamente smagliante della squadra.

Le pagelle del Milan: crolla Bakayoko, Higuaìn evanescente, Cutrone anima della squadra

Reina 5.5: Generalmente attento, sfortunato sul rimpallo con Romagnoli che ha portato al primo gol del Real Betis. Può fare di più sul tiro del raddoppio.

Calabria 6- : Uno dei pochi che provi a mettere grinta nel gioco durante tutti i 90 minuti, troppo impreciso nello scarico e sbaglia alcune diagonali.

Romagnoli 6: Partita senza infamia né lode, attento ma anche sfortunato nello scontro con Reina che porta in vantaggio gli spagnoli.

Zapata 5: Era l'occasione per mettersi in mostra, l'ha decisamente sprecata.

Pochi interventi riusciti e troppi errori anche in giocate semplici.

Laxalt 5.5: Inizia con l'argento vivo addosso per poi spegnersi gradualmente col passare dei minuti. Si riprende nel finale ma la prestazione di stasera è decisamente poca roba.

Bakayoko 4: Nei primi minuti sembra avere il piglio e la grinta giusta, poi non ne azzecca una e commette una marea di errori al limite dell'imbarazzante.

Inspiegabile perché Gattuso si ostini a schierarlo.

Biglia 6: Ordinato e quasi sempre preciso, uno dei pochi che abbia provato il tiro in porta, riuscendoci male. In mezzo al campo spesso lotta e si fa sentire.

Bonaventura 6,5: Uno dei pochi a salvarsi veramente in questa serata da dimenticare. Sbaglia poco, salta spesso l'uomo e, di quando in quando, le sue giocate ispirano le poche azioni rossonere degne di nota.

Castillejo: 6+: Tutto sommato una buona gara. Lo spagnolo non è sempre preciso e la sua stazza esile soffre la fisicità avversaria ma si fa spesso trovare dai compagni, dialoga e mette in campo la voglia necessaria. Piuttosto evidente il rigore negatogli nel finale. Peccato per l'espulsione in pieno recupero, si è lasciato trascinare dalla frustrazione.

Borini 5: Decisamente involuto rispetto al buon attaccante esterno che era stato nella scorsa stagione, corre tanto ma sbaglia troppo spesso passaggi e giocate anche molto semplici e davanti incide davvero troppo poco.

Higuaìn 5: Praticamente un fantasma. La cronaca non si dimenticherà di lui stasera solo "grazie" ad alcuni eccessi d'ira nei confronti della squadra avversaria.

I subentrati

Suso 6: La sua facilità nel saltare l'uomo rende le cose molto più semplici sulla fascia destra ma anche da lui ci si aspetta molto di più, troppo impreciso e poco incisivo.

Cutrone 7: L'unico davvero positivo in questa partita. La grinta e la voglia che questo ragazzo porta ogni volta che entra in campo sono qualcosa di meraviglioso.

Inutile sottolineare che è proprio lui a segnare il gol che aveva riaperto momentaneamente il match.

Bertolacci s.v.: Entra per Biglia quando la partita si è ormai praticamente spenta.

Segui la pagina Milan
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!