La notte decisiva si avvicina. Per continuare il cammino in Champions League la Juventus è chiamata all’impresa a Torino di ribaltare il 2-0 incassato al ‘Wanda’ con l’Atletico Madrid nei primi novanta minuti degli ottavi di finale, giocati lo scorso 20 febbraio. La missione è complicata ma non impossibile, perché oltre alla forza della squadra pluricampione d’Italia, Ajax e Manchester United solo la settimana scorsa hanno dimostrato che in Champions tutto è possibile rovesciando il punteggio dell’andata rispettivamente contro Real Madrid e PSG.

E’ ovvio che ci vorrà però la migliore Juve, anche perché ci saranno da sfatare pure un paio di tabù: nelle ultime due edizioni della massima competizione continentale la Juventus si è arresa proprio a squadre spagnole e contro i colchoneros, che tra l’altro in Italia non perdono dal 2011 quando furono battuti 2-0 dai bianconeri dell’Udinese in Europa League, la Vecchia Signora non ha mai vinto e non è nemmeno mai riuscita a segnare. Negli unici tre precedenti contro l’Atletico, 0-0 nella sola partita finora giocata a Torino (fase a gironi Europa League 2014/15), e due sconfitte a Madrid: 1-0 nel 2014 e il 2-0 di due settimane fa firmato sul finire di gara dai difensori centrali Gimenez (78') e Godín (83').

Aria di derby per Cristiano Ronaldo, che in Champions con la maglia del Real ha già segnato gol importanti contro l’Atletico: nella vittoriosa finale del 2014 e in quella di due anni dopo, realizzando l'ultimo e decisivo rigore. Chi supererà questo turno potrebbe trovarsi di fronte un’autostrada libera verso la finale, che si giocherà al Wanda Metropolitano.

La sfida in diretta su Sky

Juventus-Atletico Madrid si giocherà martedì 12 marzo alle ore 21:00 e sarà trasmessa in diretta tv esclusiva da Sky sul canale Sky Sport Uno, come sempre con ampio pre e post gara. Per gli stessi abbonati alla piattaforma satellitare la sfida dello Juventus Stadium sarà inoltre visibile in diretta streaming su Sky Go.

La squadra bianconera è reduce dalla bella vittoria contro l’Udinese (4-1), centrata con le seconde linee in campo, tra le quali si è messo in grande evidenza il 19enne Moise Kean autore una doppietta.

L’Atletico non subisce gol da cinque partite

Secondi della classe in Liga a -7 dal Barcellona capolista, con il solito cinismo che caratterizza la squadra del Cholo Simeone, i rivali della Juve sono reduci dalla vittoria con il minimo scarto contro il Leganés (gol di Saul), quinto successo consecutivo con la porta di Oblak imbattuta da altrettante partite.

In attesa di conoscere le formazioni ufficiali, tra le cose certe si sa che a disposizione di Allegri ci sarà sicuramente Douglas Costa, tornato ad allenarsi con la squadra, e che non saranno invece certamente della sfida lo squalificato Alex Sandro e gli infortunati Khedira e Cuadrado, ai quali si sono aggiunti nelle ultime ore De Sciglio e Barzagli, entrambi alle prese con un problema muscolare. In casa Atletico out Diego Costa e Partey per squalifica, oltre all’infortunato di lungo corso Lucas Hernandez, mentre Filipe Luis e Godin sono in leggero dubbio.