Si è appena concluso il posticipo della ventottesima giornata di campionato che vedeva di scena il derby di Milano tra Milan ed Inter, con il risultato finale di 2-3 per i nerazzurri. Decidono la sfida le reti di Vecino al 3', raddoppio di De Vrij al 51', riapre la gara Bakayoko al 57', ma Lautaro su calcio di rigore al 67' la rimette al sicuro anche se bisogna soffrire fino all'ultimo grazie al gol di Musacchio al 71'. Ora ci sarà la sosta con la ripresa prevista tra due settimane. L'Inter affronterà la Lazio nel posticipo di domenica 31 marzo alle ore 20:30, mentre alla stessa ora ma il giorno prima il Milan sarà di scena al Marassi di Genova, affrontando la Sampdoria.

Pubblicità

La partita

Il tecnico del Milan, Gennaro Gattuso, non cambia e si affida all'undici tipo di questi ultimi mesi, con Biglia che parte dalla panchina. Il tecnico dell'Inter, Luciano Spalletti, sempre orfano di Icardi, si affida a Lautaro al centro dell'attacco. A centrocampo è Gagliardini a sostituire Nainggolan.

Nel primo tempo l'Inter domina e passa subito in vantaggio dopo tre minuti, con una grandissima azione di Perisic, Lautaro Martinez e Vecino. Il croato è bravo a crossare in mezzo con l'argentino che appoggia di testa a Vecino, bravo a insaccare in rete a due passi.

Proprio il centrocampista uruguaiano sfiora il raddoppio, tirando alto all'altezza del dischetto dell'area di rigore su cross di Perisic. Nel finale i nerazzurri sfiorano ancora il 2-0 con Skriniar che colpisce di testa e di poco va a lato. Per il Milan da segnalare un tiro di Paquetà ben parato da Handanovic.

Nel secondo tempo più che azioni da gol si vedono proprio i gol. L'Inter trova il raddoppio di testa con De Vrij al 51', poi sempre di testa Bakayoko la riapre. Al 67' Politano si infila in area e viene atterrato da Castillejo, è rigore che viene trasformato da Lautaro Martinez.

Pubblicità

Al 71' il Milan ritorna in gioco grazie ad un gol di Musacchio, bravo ad insaccare dopo un rimpallo in mischia. Nel finale i rossoneri sfiorano il pari al 95' con un tiro di Castillejo, respinto da D'Ambrosio praticamente sulla linea.

Le pagelle

Queste le pagelle del match appena concluso:

Handanovic 6,5: solita prova di grande calma ed esperienza del capitano.

D'Ambrosio 7: buona prova del terzino, bravo sia in fase difensiva, sia nell'appoggiare Politano in fase offensiva.

Skriniar 7,5: un muro che annulla Piatek.

De Vrij 7: ottima prova del centrale olandese, che si riscatta dopo l'errore con l'Eintracht Francoforte.

Asamoah 6: il laterale è il meno propositivo e, non a caso, spesso richiamato da Spalletti nel primo tempo.

Gagliardini 6,5: prova di grande sacrificio per il centrocampista, che lotta su ogni pallone.

Brozovic 7: la sua assenza si è sentita giovedì, detta i tempi in mezzo al campo.

Vecino 7,5: molto propositivo, una delle migliori prestazioni con la maglia dell'Inter.

Politano 7: solita prova di tecnica e vivacità, nella ripresa un paio di azioni che infiammano il Meazza e in una di queste si procura il rigore del 3-1.

Pubblicità

Lautaro Martinez 7,5: altra grande prova del Toro, decisivo per il gol di Vecino e freddo dal dischetto.

Perisic 7: la giocata sul gol di Vecino vale il prezzo del biglietto. Bravo anche in fase difensiva.