Con un post pubblicato dalla pagina di Instagram, Stefano Sorrentino ha salutato tifosi, compagni e società, con un pizzico di rammarico per non essere stato convocato per la gara contro la Sampdoria al Bentegodi, che ha avuto inizio alle 12:30. Anni importanti quelli passati al Chievo dal portiere classe 1979, che ha sempre mantenuto prestazioni oltre la media ed è stato un esempio in campo e fuori, soprattutto per i compagni di squadra.

Per Pellissier ultima al Bentegodi da calciatore

Dopo undici anni consecutivi in Serie A la favola del Chievo Verona è finita poche settimane fa, visto e considerato che i clivensi hanno fatto ritorno tra i cadetti e sono pronti a competere già dalla prossima stagione per ritornare nella massima serie.

Una stagione partita male e finita ben peggio quella dei veronesi, stagione in cui lasceranno due bandiere della società di Campedelli, vale a dire Stefano Sorrentino e Sergio Pellissier. Il portiere continuerà a giocare a calcio nonostante i 40 anni e a fine giugno sarà svincolato, con le voci di corridoio che lo vogliono vicino al neo promosso Brescia del presidente Cellino. Nel frattempo Sorrentino ha salutato così con una foto dei guanti: "Mi sarebbe piaciuto indossare quei guanti anche contro la Sampdoria.

Sono stati otto anni intensi e bellissimi, saluto tutti quelli che hanno fatto parte del mondo Chievo in questi lunghi anni".

Pellissier invece ha scelto di appendere le scarpe al chiodo e sta disputando la sua ultima gara da calciatore con la maglia del Chievo, con presumibile festa a fine gara da parte di compagni e tifosi. Dopo 16 anni il capitano saluterà il calcio giocato e il suo amato Chievo, club nella quale è approdato nel 2002, con 494 presenze totali e ben 134 reti all'attivo.

Ricordiamo che Sergio ha anche collezionato una presenza in Nazionale, con tanto di rete messa a segno all'esordio. Tornando a Sorrentino, il portiere ha collezionato 271 presenze con la maglia del Chievo, intervallate dalla parentesi in massima serie al Palermo, dal gennaio del 2013 al 2016. Nelle ultime gare Mimmo Di Carlo ha scelto di metterlo fuori rosa e non convocarlo più, puntando su Semper anche in vista del prossimo campionato di Serie B.

Il ciclo del Chievo in Serie A per il momento si è concluso e ora Campedelli punta a rifondare la squadra e puntare sui giovani, con l'incognita panchina, visto che Di Carlo è disponibile a rimanere ma finora il presidente non si è sbilanciato sulla conferma del tecnico.

Campedelli annuncia Pellissier come prossimo presidente

La carriera da calciatore di Pellissier è agli sgoccioli e all'orizzonte si apre una porta interessante per lui, vale a dire un ruolo di dirigente proprio nella squadra che tanto ha amato da calciatore. Il presidente Campedelli ha preannunciato il nuovo ruolo per lui, anche se ancora non ne hanno parlato personalmente.

"Farà il presidente del Chievo, è una carica in cui lo vedo molto bene. Ancora non ne abbiamo parlato ma lo faremo a fine campionato. La prima idea è proprio quella.".

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!