Il Napoli appare sempre più deciso a lanciare il suo assalto a Mauro Icardi, ma quest'ultimo ancora una volta starebbe prendendo tempo in attesa di un segnale da Torino, poiché la destinazione Juventus continuerebbe ad essere in cima ai suoi desideri. Per questo motivo il presidente del club partenopeo, Aurelio De Laurentiis, dopo aver rotto gli indugi, contattando l'Inter per trovare un accordo con la società milanese, non sarebbe di certo disposto ad attendere "in eterno" una chiara presa di posizione da parte del 26enne di Rosario.

Infatti il quotidiano Tuttosport ha riportato che, proprio per provare ad accorciare i tempi della trattativa, il presidente del Napoli avrebbe lanciato una sorta di ultimatum a Icardi e alla moglie-procuratrice Wanda Nara. De Laurentiis sarebbe disposto ad attendere fino a mercoledì 21 agosto una comunicazione da parte dell'ex capitano nerazzurro, il quale dovrebbe far chiarezza una volta per tutte sulla sua posizione, dicendo se sarebbe disposto o meno a trasferirsi alla corte di Carlo Ancelotti, chiudendo una volta per tutte le porte alla Juventus.

Inter disposta ad accettare Milik più soldi in cambio di Icardi

Aurelio De Laurentiis sarebbe forte di un accordo di massima già raggiunto con la dirigenza del club di Zhang. Il patron del Napoli, infatti, si sarebbe detto pronto a versare nelle casse nerazzurre 60-65 milioni di euro cash per acquistare Mauro Icardi, oppure ad inserire nella trattativa il cartellino di Arkadiusz Milik più un conguaglio economico in favore della compagine milanese.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Inter SSC Napoli

Dopo averci riflettuto a lungo, in casa Inter si sarebbero convinti della bontà dell'approdo del centravanti polacco alla Pinetina. Innanzitutto perché si tratta di un calciatore che ha un anno in meno rispetto a Icardi, ma soprattutto perché l'attuale attaccante azzurro non è la classica prima punta centrale, essendo capace di adattarsi anche in altri ruoli nel reparto offensivo. Questa sua duttilità permetterebbe ad Antonio Conte di utilizzarlo sia come valida alternativa a Romelu Lukaku, sia di affiancarlo all'occorrenza all'ex Manchester United o a Lautaro Martinez, assicurando un buon bagaglio di esperienza e profondità alla manovra d'attacco della Beneamata.

Infatti, se nel Napoli ha quasi sempre giocato da attaccante centrale, mettendo a segno 27 reti in 67 presenze in Serie A (al netto dei due infortuni ai legamenti delle ginocchia), nella nazionale polacca Milik viene schierato come seconda punta di supporto al fuoriclasse Lewandowski.

Dunque ci sarebbero tutti i presupposti affinché lo scambio Icardi-Milik (più conguaglio economico ai nerazzurri) andasse in porto, ma al momento sarebbe proprio il "silenzio" del centravanti argentino a bloccare il prosieguo dell'operazione.

L'ex numero 9 interista, infatti, starebbe continuando ad attendere l'affondo della Juventus che, però, finora non è arrivato. Del resto l'amministratore delegato della società di Zhang, Beppe Marotta, sarebbe stato piuttosto chiaro con il collega Paratici: Icardi potrebbe fare le valigie per Torino solo se si concretizzasse un cambio di maglia con Paulo Dybala. Ma quest'ipotesi ad oggi appare sempre più lontana, anche se non è da escludere che negli ultimi giorni di mercato possa esserci una repentina apertura da parte dei bianconeri.

Ma di sicuro De Laurentiis non pare disposto ad attendere così a lungo: Napoli è pronta ad abbracciare "Maurito", sempre che il bomber sudamericano nelle prossime ore annunci la sua volontà di sposare il progetto azzurro.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto