Il mercato si è chiuso oramai da 20 giorni e tante squadre europee possono ritenersi soddisfatte del lavoro delle proprie dirigenze. Ci sono però alcune società che non sono riuscite a concretizzare alcuni acquisti ma anche delle cessioni, che avrebbero da un lato incrementato il livello qualitativo della rosa e dall'altro sistemato anche il bilancio, visto che a livello europeo resta sempre importante attenersi ai parametri del Fair Play Finanziario. Se la Juventus è stata molto abile negli acquisti, non si può dire altrettanto delle cessioni, e attualmente Sarri si ritrova una rosa eccessivamente ricca di giocatori: molti nutrono la speranza che almeno uno di questi possa partire già entro settembre (Mandzukic in Qatar).

A proposito di acquisti, il fiore all'occhiello del mercato bianconero è sicuramente De Ligt, arrivato dall'Ajax per circa 75 milioni di euro. Del centrale olandese ha parlato, a margine della presentazione del budget per il 2019/20 del Barcellona, il CEO dei blaugrana Oscar Grau, sottolineando come l'ex giocatore Ajax fosse vicino alla società catalana, ma il trasferimento non si è concretizzato perché De Ligt ha scelto l'offerta maggiore di stipendio della Juventus, favorita in questo senso da una tassazione italiana che agevola il salario dei giocatori.

'Volevamo De Ligt, ma ha scelto la Juventus per lo stipendio'

Arrivano interessanti indiscrezioni in merito a De Ligt, dato vicinissimo in estate al Barcellona ma poi trasferitosi alla Juventus. Secondo il CEO del Barcellona, sarebbero stati dei motivi economici a giustificare la scelta dell'olandese di trasferirsi a Torino, in quanto la tassazione italiana agevola lo stipendio dei giocatori.

In poche parole Grau ha confermato che De Ligt ha scelto la Juventus perché andava a guadagnare di più rispetto ad un'eventuale trasferimento al Barcellona.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Juventus Calciomercato

La società catalana ha quindi visto sfumare l'idea di formare la coppia dell'Ajax che l'anno scorso ha entusiasmato in Champions League, ovvero De Jong e De Ligt.

De Ligt alla Juventus per motivi professionali

Alcune indiscrezioni però confermerebbero che la scelta del centrale olandese di trasferirsi a Torino sarebbe soprattutto professionale, in quanto in Italia è più facile che possa crescere dal punto di vista difensivo: anche perchè i tecnici italiani sono famosi per la tattica e per l'organizzazione difensiva.

Un importante ruolo nell'arrivo di De Ligt alla Juventus ce l'ha avuto anche il vice presidente bianconero Nedved, grande amico di Raiola, agente sportivo dell'ex difensore dell'Ajax. Lo stesso Grau poi si è soffermato anche sulla situazione Neymar, ribadendo di aver fatto due offerte al Paris Saint Germain (una con contropartite e un'altra senza), ma è sembrato come se la società francese non volesse vendere il brasiliano.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto