"Victory Lap di Nipsey Hussle": non ha avuto dubbi Romelu Lukaku, nuovo centravanti dell'Inter di Antonio Conte, quando, interpellato da Rolling Stone Italia relativamente a quale sarebbe il suo primo pezzo in un'ipotetica playlist musicale, ha pronunciato con un certo orgoglio ed una vena di rammarico il nome del rapper californiano, scomparso nel marzo del 2019 all'età di soli 33 anni.

Lukaku su Nipsey Hussle: 'Una grande fonte d'ispirazione'

"Era il suo primo album, aveva 33 anni, è un disco pieno di significato – ha spiegato Lulaku, che non ha mai nascosto la sua enorme passione per il Rap a stelle e strisce – Nipsey Hussle aiutava tutti nella sua comunità, anche chi era appena uscito di prigione, trovava un lavoro a chi ne aveva bisogno, dava loro un posto nella società.

Nel suo quartiere ha dato vita a diverse attività, purtroppo è stato ucciso proprio in quelle strade. La sua musica e la sua storia per me sono sempre state d'ispirazione [..] riposi in pace".

La playlist, ipotetica, a cui ha fatto riferimento Dario Falcini di Rolling Stone, con ogni probabilità esiste davvero, dato che l'ex attaccante del Manchester United ha la passione del djing e di tanto in tanto, a quanto pare, si diletta addirittura a produrre basi.

Lukaku racconta la sua passione per il rap: 'Mi interessa di più il suono, per me i beat sono tutto'

"C'è un mio caro amico che rappa in Belgio, si chiama The Color Grey, gli ho chiesto di insegnarmi a produrre basi e mixare" ha spiegato Lukaku, prima di precisare ulteriormente: "Amo il rap, ma ciò che mi interessa di più è il suono, per me i beat sono tutto".

Successivamente il 24enne belga ha avuto modo di raccontare il suo rapporto professionale ed umano con Jay-Z.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Inter Rap

Non tutti sanno che il rapper ed imprenditore newyorchese da qualche anno si occupa anche di sport, dato che la sua società Roc Nation cura il management ed il marketing di svariati sportivi di fama internazionale, Lukaku incluso.

'Jay-Z mi sta aiutando a diventare un business man'

"Jay-Z è un grande, ha una gran testa ed è ormai un mio caro amico, spero che presto torni a farsi sentire anche sul piano discografico con nuova musica [..] Mi da una mano per tutto quello che non riguarda il campo, dato che a livello sportivo il mio manager è Federico Pastorello.

Jay-Z cura il mio marketing e mi sta aiutando a diventare un vero e proprio business man. Parliamo tanto della vita in generale, mi da tanti consigli".

Nel corso dell'intervista spazio anche alla tematica del razzismo, nello specifico, ovviamente, del razzismo nel calcio, tema che sta molto a cuore al nuovo numero 9 nerazzurro. Per una singolare e beffarda casualità, la chiacchierata concessa ai microfoni della versione italiana del noto magazine musicale internazionale è stata rilasciata poco prima del match tra Inter e Cagliari, macchiato proprio da alcuni cori razzisti indirizzati all'attaccante dell'Inter e della nazionale belga.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto