La Juventus sta dimostrando tutte le sue qualità, ma restano evidenti le difficoltà difensive, che hanno portato la squadra a subire diversi gol. Pesa molto l'assenza del capitano bianconero Giorgio Chiellini, fermo per infortunio da fine agosto, quando subì la lesione del legamento del ginocchio: il suo rientro previsto è per febbraio-marzo 2020.

Nel frattempo, come confermato a JTV, il giocatore ha tolto le stampelle, tutto questo gli permette di vivere una vita con meno impedimenti.

Come sottolineato dal difensore centrale, attualmente si sta godendo molto la famiglia, le figlie, in particolar modo la più grande, con la quale gioca e passa del tempo la sera, cosa che quando non è infortunato non capita spesso, considerando il fatto che a volte dorme fuori casa.

'Vorrei vincere la stella di scudetti poi possibilmente la Champions e Europeo'

Giorgio Chiellini ha sottolineato come la sua sia stata una bellissima carriera, con tante vittorie, nonostante manchino importanti trofei che il giocatore entro due anni vorrebbe raggiungere.

Come dichiarato dal capitano bianconero: 'Vorrei vincere la stella di scudetti, poi possibilmente la Champions e Europeo'.

Lo stesso ha anche sottolineato che basterebbe anche uno solo di questi traguardi, anche se qualora non li dovesse raggiungere, sarebbe comunque soddisfatto della sua carriera: d'altronde restare 15 anni con una squadra come la Juventus non è cosa facile, bisogna essere bravi e fortunati: 'Se sei al meglio non cerchi altro'.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Champions League

Non è mancato poi il riferimento alla laurea e al fatto che ha deciso di portare avanti gli studi nonostante fosse un giocatore professionista. Chiellini ha spiegato di essere un perfezionista e di aver sempre affrontato gli esami universitari con la convinzione di essere preparato, a costo di rallentare gli studi.

Il passato a Livorno con suo fratello Claudio

Nell'intervista a JTV, c'è stata anche un piccola menzione anche al suo passato da ragazzino a Livorno.

Chiellini ha parlato del fratello gemello Claudio, sottolineando come siano differenti nel carattere: Giorgio è più tranquillo e introverso, Claudio invece più irascibile ed estroverso, anche se sul campo il capitano bianconero si è sempre dimostrato un guerriero.

Da qui c'è stato un riferimento all'esultanza alla King Kong, che nasce da una scommessa con i suoi amici di Livorno. Come sottolineato da Chiellini infatti, voleva un'esultanza da eroi della Marvel e dato che quella dell' 'Incredibile Hulk' era già stata utilizzata (era l'esultanza di Adriano) allora alla fine ha deciso di scegliere quella di King Kong.

A fine intervista, a precisa domanda riguardante il fatto se preferisce un gol od un salvataggio difensivo, il capitano bianconero non ha avuto dubbi: un salvataggio sulla linea è il massimo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto