Ieri sera, la Juventus ha vinto nel derby della Mole grazie alla rete di Matthijs de Ligt. Per l'olandese è stato il primo gol in bianconero ed è stato un gol di fondamentale importanza visto che ha portato i tre punti. de Ligt in questo inizio di stagione ha dovuto raccogliere più in fretta del previsto l'eredità di Giorgio Chiellini e si è ritrovato a dover bruciare le tappe del suo inserimento nella Juventus. Ieri sera, prima di realizzare la rete decisiva, l'olandese è stato protagonista di un tocco di mano in area di rigore.

Questa situazione che ha visto coinvolto, Matthijs de Ligt, però, è stata ritenuta regolare e perciò non è stato assegnato il calcio di rigore. Nell'intervallo del derby, Federico Balzaretti, a Dazn, ha spiegato che l'intervento dell'olandese non può essere punito con il penalty: "de Ligt cerca di togliere il braccio. Io da difensore dico che non può essere calcio di rigore".

Balzaretti difende de Ligt

La Juventus, ieri sera, si è imposta sul Torino per 0-1 anche se le reti dei bianconeri potevano essere di più ma un grande Sirigu ha impedito alla squadra di Maurizio Sarri di dilagare.

Il portiere granata è stato decisivo in almeno tre occasioni, ma non ha potuto fare nulla su Matthijs de Ligt che ha sfruttato al meglio l'assist di Gonzalo Higuain. L'olandese, però, è stato anche protagonista di un tocco di mano nel primo tempo, tocco di mano che non è stato penalizzato con il rigore. Questo movimento del braccio di Matthijs de Ligt è stato analizzato da Federico Balzaretti che ha spiegato che per lui ex difensore quell'intervento del numero 4 juventino non può essere punito con penalty: "Altrimenti il difensore non può più difendere in area di rigore".

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Juventus

In molti però, hanno paragonato l'intervento di ieri sera di de Ligt con quello di una settimana fa a Lecce. Balzaretti ha proprio comparato le due situazioni che hanno visto coinvolto l'olandese spiegando che sono due episodi differenti: "A Lecce il suo braccio era più largo e occupava spazio", ha sottolineato l'ex difensore che poi ha aggiunto che nella situazione specifica di ieri sera, il braccio di Matthijs de Ligt era attaccato al corpo e perciò non faceva volume.

La Juve si gode la vittoria nel derby

Tutto l'ambiente juventino si sta godendo la vittoria nel derby della Mole visto che Sarri ha concesso una domenica di riposo.

Una vittoria arrivata grazie al gol realizzato da Matthijs de Ligt. Il numero 4 juventino da quando è arrivato a Torino si è caricato subito sulle spalle diverse responsabilità. de Ligt ha dovuto bruciare le tappe nel suo percorso di inserimento in bianconero e sta dimostrando di avere grande personalità. Federico Balzaretti ha proprio elogiato il grande carattere del difensore classe '99: "L’olandese da come parla, dalla calma che trasmette riferisce che è un predestinato - ha detto l'ex difensore della Roma a Dazn - Non era facile venire in Italia così".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto