La Juventus batte 1-0 il Milan di Pioli e torna in testa alla classifica, dopo che l'Inter, battendo il Verona a San Siro, aveva scavalcato i campioni d'Italia in carica per una notte. Ronaldo viene sostituito da Dybala e proprio l'argentino realizza la rete decisiva.

Un buon Milan nel primo tempo

Una partita equilibrata, quella tra Juventus e Milan, dove le difese hanno prevalso sugli attacchi. Nel primo tempo la formazione di Sarri va in evidente difficoltà e gioca meglio il Milan di Pioli, ma non riesce a trovare la via della rete.

Sono decisive in questo frangente le parate di Szczęsny, il portiere juventino sarà uno dei migliori della formazione campione d'Italia. Bernardeschi, al contrario, non riesce a incidere nel corso della gara, così come Crstiano Ronaldo ed entrambi verranno sostituiti ad inizio ripresa con il tecnico bianconero che getterà nella mischia Douglas Costa e Dybala.

Dybala regala tre punti importantissimi

Nella ripresa la Juventus entra in campo con un piglio diverso, ma saranno soprattutto le citate sostiuzioni a dare la scossa.

Tuttavia il fuoriclasse portoghese dimostra platealmente di non gradire l'avvicendamento del tecnico e si reca direttamente negli spogliatoi senza rivolgere la parola a nessno. Un episodio che non 'sporca' la serata juventina, ma trattandosi di CR7 ha fatto molto discutere i media sportivi italiani ed è stato ripreso anche dalla stampa straniera. Corre comunque il 32' della ripresa quando al culmime di una combinazione con Higuain, Dybala parte in dribbling ed il suo destro incrociato non lascia scampo a Donnarumma.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Juventus Serie A

Si tratta del match-point che consegna alla Juventus tre punti preziosi con i quali la squadra di Sarri scavalca ancora una volta l'Inter in vetta. Non è stata una grande Juve, nella quale comunque si sono fatti apprezzare oltre al match-winner ed a Szczęsny anche Higuain, de Ligt e Pjanic. Meno bene, invece, i citati Bernardeschi e Ronaldo, prestazione poco brillante anche da parte di Alex Sandro e Matuidi. Per CR7 nel complesso non si tratta di un avvio di stagione degno della sua fama, anche se ovviamente i momenti di appannamento sono fisiologici per un atleta.

A trascinare la Juve in questa fase sono Pjanic, Dybala, Higuain ed il rientrante Douglas Costa decisivo per la qualificazione in Champions. Davvero una rivincita se consideriamo che si tratta di giocatori che, nel corso dell'estate, erano stati dati con le valigie in mano.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto