Il Parma inizia a pensare alla sfida con il Napoli di sabato prossimo alle 18. D’Aversa dopo il successo esterno con la Sampdoria prepara l’operazione sorpasso proprio sugli azzurri. Entrambe le squadre hanno 21 punti, chi vince vola al settimo posto e continua a sognare un posto in Europa. Le formazioni però arrivano allo scontro diretto in maniera decisamente opposta.

I ducali come detto hanno sbancato Marassi domenica scorsa grazie all’incornata di Kucka protetta fino alla fine da un super Sepe.

E’stata la medicina migliore per digerire la rocambolesca sconfitta interna con il Milan e per continuare a correre in vista della seconda trasferta di fila al San Paolo. Gli azzurri invece non riescono a strappare i tre punti in campionato e in Champion League dal lontano 23 ottobre quando arrivò il successo esterno a Salisburgo. Poi il caso ritiro ha cambiato,in peggio, la stagione i risultati con 7 pareggi e due sconfitte nelle ultime nove. Un ruolino di marcia che non si addice a chi sperava anche in questa stagione di essere l’anti Juve e invece ad oggi è lontano sette punti dal treno che porta all’Europa.

Ancelotti è in bilico e c’è chi pensa che al prossimo passo falso lascerà spazio a Gattuso.

Napoli-Parma: Inglese e Kucka fuori dai giochi

La giornata di oggi per il Parma purtroppo non ha portato buone notizie. Gli esami strumentali su Juraj Kucka, uscito malconcio dalla sfida con la Sampdoria, hanno evidenziato una lesione di primo grado al soleo. Nulla di molto grave ma il centrocampista sarà costretto a saltare il match di Napoli, visto che di solito da questo tipo di infortuni si guarisce in 15 o 20 giorni.

Un vero peccato per D’Aversa che perde così uno dei suoi giocatori più in forma.

Fuori dai giochi per il match del San Paolo anche Roberto Inglese che è uno dei lungodegenti del Parma. La caviglia sinistra dell’attaccante ancora non è guarita, anche oggi ha lavorato a parte ma il suo calvario è quasi finito. D’Aversa il 5 dicembre aveva annunciato il rientro entro due settimane. Facendo i calcoli quindi niente Napoli ma ci sono possibilità di vederlo nella gara successiva con il Brescia.

Tempi lunghi per Karamoh, il punto sugli infortunati del Parma

Chi invece dovrà aspettare ancora molto tempo prima di tornare in campo con la maglia del Parma è Karamoh. L’esterno d’attacco francese si è fermato a inizio novembre per una lesione del legamento collaterale del ginocchio. Un infortunio molto delicato che richiede tempo e pazienza. Il 6 dicembre scorso è stato sottoposto a Barcellona ad un controllo specialistico che ha dato, fortunatamente, esito positivo. Il professor Cugat ha confermato la stabilità del ginocchio per poi impostare il lavoro da svolgere prima del ritorno. Un mese di allenamenti dedicati alla forza dei muscoli in modo che il ginocchio sia ben saldo quando Karamoh sarà impiegato in una gara ufficiale.

Tra trenta giorni ci sarà una nuova visita, l’ultima, che si spera possa dare il via libera. Il transalpino salterà sicuramente le sfide con Napoli, Brescia e Atalanta, la prima dopo la sosta. Potrebbe tornare a disposizione il 13 gennaio con il Lecce.

Insomma D’Aversa continua ad avere l’infermeria piena ma dovrebbe tornare a poter utilizzare Scozzarella. Il centrocampista ha saltato la Samp e anche oggi ha lavorato a parte ma dovrebbe riuscire a recuperare in tempo per sabato. Anche Ancelotti perderà tre pedine per la partita del San Paolo. In difesa non ci sarà lo squalificato Maksimovic e sempre nel reparto arretrato potrebbe mancare Ghoulam alle prese con le solite noie fisiche.

Indisponibile ovviamente anche Malcuit che dopo la rottura del legamento crociato dovrebbe tornare in campo non prima di fine marzo. Napoli-Parma sta per arrivare e vale il settimo posto in solitaria, D’Aversa ci proverà ancora una volta senza Inglese e con tanti infortunati.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina SSC Napoli
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!