L'ultima giornata di Liga ha messo in evidenza le difficoltà delle squadre di vertice, in attesa del posticipo Barcellona-Granada previsto per domenica 19 dicembre. Il Real Madrid con fatica ha avuto la meglio sul Siviglia per 2 a 1, grazie ad una doppietta del centrocampista brasiliano Casemiro, mentre l'Atletico Madrid di Diego Pablo Simeone ha subito una sconfitta pesante per 2 a 0 contro l'Eibar, scivolando a otto punti dalla capolista Real. Prima del match contro l'Eibar, il tecnico dell'Atletico Madrid si è soffermato sulle caratteristiche tecniche della sua punta Alvaro Morata, ex della Juventus dal 2014 al 2016.

A tal riguardo ha paragonato il modo di giocare del nazionale spagnolo a quello di Pippo Inzaghi, che spesso amava giocare sul filo di fuorigioco. Soffermandosi sul paragone fra le punte, Simeone ha lanciato una frecciatina alla Juventus in quanto spesso, nel periodo in cui ha giocato con la società bianconera, ad Inzaghi non venivano fischiati i fuorigioco.

Infatti Diego Pablo Simeone, nella conferenza stampa di presentazione di Eibar-Atletico Madrid, discutendo sulle caratteristiche tecniche della sua punta Morata ha dichiarato che "Alvaro gioca sul filo dell'offside come Pippo, che però alla Juve lasciavano andare".

Una frecciatina diretta alla società bianconera, perché il tecnico argentino ha evidentemente fatto un'allusione al fatto che la Juventus negli anni in cui Pippo Inzaghi era in bianconero veniva agevolata dagli arbitri. Simeone ha poi aggiunto che adesso è più difficile per le punte giocare sul limite dell'offside in quanto il supporto del Var agevola chi difende.

Simeone sull'esonero di Valverde al Barcellona

Il tecnico dell'Atletico Madrid si è poi soffermato anche sull'esonero di Ernesto Valverde, che il Barcellona ha sostituito con Quique Setien. A tal riguardo Simeone ha dichiarato: "Non sono nessuno a commentare quello che sta succedendo a un’altra famiglia in casa. Valverde è un grande allenatore, lascia la sua squadra prima in campionato e classificato in Champions League".

Anche qui l'argentino non ha quindi risparmiato una frecciatina alla dirigenza del Barcellona, che ha esonerato un tecnico che in questi anni ha dimostrato di essere vincente.

Morata alla Juventus

Alvaro Morata ha giocato ben due stagioni alla Juventus, dal 2014 al 2016, quando poi il Real Madrid decise di sfruttare il diritto di riacquisto e riportarlo in Spagna. Ha disputato in bianconero 63 presenze con 15 gol vincendo ben 5 trofei: due campionati italiani, due Coppa Italia ed una Supercoppa Italiana. I bianconeri lo ricordano anche per aver contribuito ad estromettere il Real Madrid dalla Champions League, segnando in entrambi le semifinali nella stagione 2014-2015.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!