Leonardo Spinazzola è un nuovo giocatore dell'Inter, Matteo Politano passa alla Roma. Significativa la giornata del 14 gennaio per entrambi i club che hanno così chiuso un'operazione di mercato che, a conti fatti, risolve qualche grana di troppo ai due tecnici, Conte e Fonseca. Il tecnico salentino dell'Inter si garantisce un esterno difensivo duttile: il ruolo naturale di Spinazzola è quello di terzino sinistro, ma può essere impiegato su entrambe le corsie. La Roma aveva urgente bisogno di forze fresche nel reparto avanzato dopo il grave infortunio di Zaniolo.

I dettagli dell'operazione

Per entrambi i giocatori si tratta di uno scambio di prestiti con obbligo di riscatto e valutazione dei rispettivi cartellini tra i 25 ed i 28 milioni di euro. Una formula, dunque, che si concretizzerà con la cessione a titolo definitivo dei due giocatori. Spinazzola dovrebbe conservare in nerazzurro il suo attuale ingaggio di 2,7 milioni a stagione mentre per Politano si parte da una base di 2 milioni che dovrebbe percepire in forza al club capitolino. Nel corso della giornata del 15 gennaio dovrebbero dunque effettuare entrambi le visite mediche per poi aggregarsi ai nuovi club.

L'Inter potrebbe rinunciare a Young

L'arrivo del rinforzo auspicato da Antonio Conte per la corsia esterna sinistra fa scendere vertiginosamente le quotazioni di Ashley Young il cui trasferimento all'Inter veniva dato in dirittura d'arrivo. L'affare si sarebbe comunque arenato alla luce dell'indennizzo richiesto dal Manchester United, Young andrà in scadenza a tutti gli effetti il prossimo 30 giugno, ma per liberarlo adesso i Red Devils chiedevano comunque un conguaglio.

La soluzione Spinazzola a tutti gli effetti sembra più conveniente anche alla luce dell'età del giocatore rispetto a Young, atleta di grande esperienza internazionale che però la prossima estate svolterà per i 35 anni.

Eriksen, pista sempre 'calda'

Al di là di un affare appena concluso e di un obiettivo che, a questo punto, potrebbe venir meno, restano comunque in pista due ruoli da coprire richiesti da Antonio Conte alla dirigenza nerazzurra.

Il primo è sempre Christian Eriksen il cui arrivo doterebbe il centrocampo interista di qualità e quantità. Le posizioni di Inter e Tottenham restano comunque distanti, anche se si attende la proposta che l'agente farà agli Spurs. L'entourage di Eriksen e lo stesso giocatore avrebbero accolto a braccia aperte la proposta nerazzurra di un ingaggio a 7,5 milioni di euro a stagione. Il talento danese andrà inoltre in scadenza la prossima estate e, pertanto, il rischio per il club inglese è quello di perderlo a costo zero. Se dunque ci sono ottime probabilità, nella peggiore delle ipotesi, che Eriksen sbarchi a Milano il prossimo luglio, Beppe Marotta farà comunque un tentativo per anticipare l'acquisto ed accontentare Conte.

Novità video - Scambio Spinazzola-Politano, giocatori autorizzati a partire
Clicca per vedere

Il Tottenham si sarebbe comunque 'rassegnato' a perdere il giocatore e sta già lavorando per il futuro come testimonia l'acquisto del giovane talento portoghese Gedson Fernandes dal Benfica. L'altro obiettivo del Calciomercato nerazzurro riguarda il reparto avanzato ed in pole position ci sarebbe sempre Olivier Giroud il cui trasferimento dal Chelsea all'Inter sembra tutt'altro che impossibile, alla luce di un giocatore che non rientra più nel progetto del club londinese.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!