Il Cagliari cerca le soluzioni per uscire dalla crisi, ma il calendario non gli tende di certo una mano. I sardi di Maran, reduci da dieci giornate senza vittorie e con il peggiore rendimento della Serie A nello stesso periodo, sfideranno il sorprendete Verona di Juric. Se i rossoblu arrivano alla sfida a pezzi, gli avversari al contrario volano sulle ali dell’entusiasmo, non perdono dal 7 dicembre e nelle ultime nove hanno messo insieme 17 punti. Nonostante i due periodi diametralmente opposti il match del Bentegodi è un vero e proprio scontro per l’Europa con gli scaligeri sesti a quota 35 punti e il Cagliari che insegue a 32.

Cigarini e compagni, contestati dopo la sconfitta con il Napoli dai propri tifosi, al momento sono però ben lontani dal sognare l’Europa League. La tendenza decisamente negativa ha fatto piombare tutti in una specie di baratro e quindi l’obiettivo è arrivare prima di tutto alla quota salvezza di quaranta punti per ritrovare serenità.

Cagliari, contro il Verona con Rog e Ionita

Piedi di piombo quindi per il Cagliari che contro il Verona avrà anche problemi di formazione, soprattutto a centrocampo. Maran ha di nuovo a disposizione Nainggolan che ha scontato il turno di squalifica domenica scorsa, ma perde Nandez fermato dal giudice sportivo, al pari dell'avversario Miguel Veloso.

Per una pedina importante che rientra, un’altra quindi che non sarà della sfida. Così senza l’uruguaiano giocherà ancora dal primo minuto Ionita, riserva che visti i tanti problemi fisici della rosa dei sardi ha giocato più dei titolari ultimamente. In mediana dovrebbe essere la conferma come regista di Cigarini, giocatore esperto che però ha perso un po’ di brillantezza rispetto ad inizio stagione.

La buona notizia per il Cagliari che si avvia alla sfida con il Verona è che ci sarà Marko Rog. Il croato, fermo ai box da tre settimane per un infortunio muscolare, sembra aver smaltito i problemi fisici. Secondo l’Unione Sarda è difficile vederlo in campo dall'inizio, ma Maran nutre qualche speranza per averlo tra i titolari. Se davvero Rog non dovesse farcela toccherà ad Oliva schierarsi da mezzala.

Ceppitelli scalpita, ma il Cagliari potrebbe scegliere Walukiewicz

La settimana che porta alla sfida tra Cagliari e Verona sarà importante anche per il pilastro della difesa Luca Ceppiteli, il capitano è rientrato da un paio di settimane dopo essersi liberato di una fastidiosa e dolorosa fascite plantare. Fuori dai giochi per circa tre mesi, adesso scalpita per rientrare e tornare a guidare i compagni dalle retrovie. La sua assenza è forse una delle cause della crisi, in difesa infatti anche a gennaio non è arrivato un valido sostituto e questo ha sicuramente pesato. Il problema per Maran è che, dopo una così lunga inattività, Ceppitelli non può essere al meglio della forma, così fino alla fine della settimana sarà in ballottaggio con il giovane Walukiewicz.

Per il resto la formazione rossoblu non dovrebbe essere stravolta a meno di clamorosi cambi di modulo. In attacco Joao Pedro e Simeone sono i titolarissimi e proveranno a fare male anche all’Hellas. Davanti a Cragno, sulle corsie esterne Pellegrini a sinistra viaggia veloce verso la conferma, a destra Faragò è ancora in vantaggio su Mattiello, da capire se potrà esserci Cacciatore. Uscire dalla crisi il prima possibile, raggiungere presto i 40 punti che valgono la salvezza e ricucire il rapporto con i tifosi. La missione è chiara, il Cagliari deve provare a completarla a partire dalla difficilissima trasferta di Verona.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!