Ieri, la Juventus di Maurizio Sarri ha battuto la Spal per 1-2. I bianconeri hanno mostrato di essere in crescita durante il match di Ferrara si sono viste trame interessanti, anche se certamente la squadra può fare ancora di più. Il ritorno al 4-3-3, però, sta dando i suoi frutti e i giocatori sembrano più a loro agio. La Juventus, ieri, non è riuscita a tenere la porta inviolata e si è vista assegnare l'ottavo rigore contro. Al termine del match, Maurizio Sarri ha spiegato che i suoi giocatori hanno subito un penalty a sfavore nonostante il monitor del Var non fosse in funzione: "Fosse successo il contrario sarebbe stato il finimondo, al di là del fatto che il rigore ci fosse o non ci fosse", ha dichiarato l'allenatore della Juventus ai microfoni di Sky Sport.

Sarri vede una Juventus in crescita

La Juventus, contro la Spal, ha ottenuto un'importante vittoria e adesso i bianconeri possono pensare alla gara di mercoledì 26 febbraio contro il Lione. Maurizio Sarri al termine della gara di ieri, si è detto soddisfatto della prestazione fornita dalla sua squadra: "La sensazione è che la squadra sia in netta crescita", ha dichiarato il tecnico bianconero che poi ha aggiunto che nelle ultime sfide vede che la squadra produce occasioni con una certa continuità. Dunque, l'allenatore della Juventus ha la sensazione che i bianconeri siano in crescita e questa è senza dubbio una buona notizia per i tifosi juventini. Maurizio Sarri, inoltre, ha sottolineato che in certi momenti della partita la Juventus è squadra in altri momenti lo è un po' meno.

Perciò i bianconeri dovranno continuare a lavorare su questo, perché come ha spiegato l'allenatore toscano quando la squadra difende alta non ha problemi, ma se si abbassa e diventa passiva concede dei tiri dai 20/25 metri.

Sarri si gode il rientro di Chiellini

Maurizio Sarri, nelle ultime partite, ha ritrovato Giorgio Chiellini.

Il Capitano della Juventus sta iniziando a ritrovare la continuità e ieri ha giocato nuovamente un match dal primo minuto. Maurizio Sarri adesso dovrà gestire al meglio Giorgio Chiellini visto che comunque è reduce da un periodo di inattività. Il tecnico, ieri, ha spiegato che il difensore livornese non è ancora pronto per giocare tante partite consecutive ogni tre giorni: "Però vista l'evoluzione degli ultimi 10 giorni, è tornato un campo prima del previsto".

Infine, l'allenatore della Juventus ha spiegato che nelle prossime gare Giorgio Chiellini può essere pronto a disputare almeno un match a settimana.

Sarri pensa alla Champions

Questa settimana, la Juventus sarà impegnata nuovamente in Champions League. Infatti, mercoledì 26 febbraio i bianconeri saranno in campo per affrontare il Lione nella gara di andata degli ottavi di finale della competizione europea. La Champions League è il grande sogno dei tifosi bianconeri, ma questa è una manifestazione che non può essere programmata visto che entrano in gioco di versi fattori. Per questo motivo, Maurizio Sarri ci ha tenuto a precisare che la Coppa dalle grandi orecchie è un sogno per la sua squadra: "Il nostro primo obiettivo deve essere il campionato, poi la Champions deve rimanere un sogno", ha dichiarato l'allenatore della Juventus anche perché ci sono 10/12 squadre che ambiscono a vincerla ma non sempre vince il club più forte perché spesso ci vuole anche un pizzico di fortuna.

Infine, Maurizio Sarri ha spiegato che lo scorso anno con il suo Chelsea in Europa League vinse 13 partite su 15 visto che ne pareggiò soltanto due. Uno di questi due pareggi, però, fu molto sofferto visto che i blues andarono ai rigori, perciò come ha spiegato Sarri le competizione ad eliminazione diretta richiedono anche un po' di fortuna.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Champions League
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!