La nota dolente, calcisticamente parlando, della Juventus di questa stagione è stata il centrocampo considerato da molti non all'altezza, malgrado anche la difesa non abbia impressionato. Ed è proprio in mezzo al campo, stando ai rumors di calciomercato, che durante la prossima sessione estiva potrebbe palesarsi una vera e propria rivoluzione. Gli interpreti principali, quindi, potrebbero saltare e, tra tutti, Miralem Pjanic che pare non essersi integrato perfettamente allo stile 'sarriano'.

Pjanic: da cardine del progetto a possibile partente

Con l'avvento di Maurizio Sarri alla corte bianconera lo stile di gioco e, di conseguenza, gli equilibri tecnico-tattici sono irrimediabilmente mutati. Non tutti, com'era lecito aspettarsi, sono riusciti a carpire e mettere in atto le indicazioni del mister napoletano e sul banco degli imputati emerge prorompente il nome di Miralem Pjanic. Al regista bosniaco, infatti, il tecnico bianconero aveva chiesto di essere il fulcro del gioco e, magari, farlo toccando 150 palloni a match.

Il centrocampista dai piedi buoni non è riuscito a soddisfare le richieste di Sarri, malgrado il numero di palloni toccati sia nettamente più alto quando la squadra gioca col 4-3-1-2, ma il punto focale sono le prestazioni del giocatore davvero poco esaltanti. Con Max Allegri, però, Miralem era il cardine del progetto quindi appariva utopistica una sua cessione essendo, a tutt'oggi, uno dei migliori registi del panorama europeo.

A venir meno in questa stagione, forse, potrebbe essere stata la 'fame' del bosniaco verso nuovi obiettivi, mista al difficile adattamento ai nuovi schemi bianconeri.

Jorginho, il pallino di Sarri

Inutile nasconderlo, Jorginho è il pupillo di Sarri che, dopo aver beneficiato delle sue prestazioni al Napoli, lo ha fortemente voluto anche nella breve parentesi londinese alla guida del Chelsea. Il mediano brasiliano naturalizzato italiano in forza ai Blues ha un valore, stando a ''Transfermarkt.it'' di 65 milioni di euro, mentre il valore di Miralem Pjanic si aggirerebbe attorno agli 85 milioni.

Ballano, quindi, circa 20 milioni per un ipotetico scambio tra Juventus e Chelsea: in questo modo potrebbe essere possibile soddisfare un'ulteriore richiesta del Mister, Emerson Palmieri. Il terzino sinistro della compagine di Lampard è stato, inoltre, uno dei primi nomi caldeggiati dall'allenatore bianconero appena approdato in panchina: riuscire quindi ad ottenere sia Jorginho che Emerson sarebbe davvero un doppio-colpo di mercato eccezionale. Il piano B, infine, potrebbe essere cedere Pjanic ad una big come il Psg, che non ha mai nascosto l'interessamento, e con l'introito ottenuto provare ad acquistare i due pallini di Sarri.

Segui la nostra pagina Facebook!