In questi giorni di quarantena forzata si sta assistendo a numerose dirette Instagram organizzate da giocatori di calcio ed ex calciatori professionisti. Una delle più discusse è stata sicuramente quella di Marco Materazzi.

L'ex difensore dell'Inter non è mai banale nelle sue dichiarazioni e non perde mai occasione per lanciare delle frecciatine alla Juventus. Questa volta, in compagnia del noto chef Davide Oldani (tifoso interista), si è soffermato sulla vittoria della Coppa del Mondo 2006 lanciando poi una stilettata alla Juventus in merito alla possibilità che quest'anno possa vincere la Champions League.

Come noto infatti, l'emergenza Coronavirus porterà ad una modifica del tradizionale format associato alla massima competizione europea - le ultime indiscrezioni parlano della possibilità di disputare le ultime partite di Champions League in due settimane in agosto rendendola una sorta di mini torneo -, proprio per questo l'ex difensore dell'Inter Marco Materazzi ha dichiarato: "La Juve deve pensare alla Champions, che quest'anno avrà un nuovo format: anche se la vincono, non si può definire come tale". Parole che hanno evidentemente dato fastidio ai tifosi bianconeri, riversatisi sui social per criticare l'ex difensore dell'Inter.

'Fui massacrato da connazionali come Cossiga e Accorsi'

Parole notevolmente pesanti però Marco Materazzi le ha dedicate a due politici italiani in riferimento al post mondiale di Germania 2006: "Fui massacrato da connazionali come Cossiga e Accorsi".

La principale critica mossa dal campione del mondo 2006 è il fatto che, secondo il suo parere, avrebbe dovuto essere difeso maggiormente in patria e non criticato per aver provocato la testata di Zidane. A proposito dell'attuale tecnico del Real Madrid, Materazzi ha aggiunto che lui fu invece difeso a spada tratta dai suoi connazionali in quanto considerato "figlio della Francia".

L'ex difensore dell'Inter ha poi aggiunto di essere un patriottico che difenderà sempre l'Italia e gli italiani anche se le critiche ricevute da Cossiga e Accorsi gli hanno pesato molto: "Quelle stesse persone avrebbero dovuto baciare per terra dove camminavo visto che avevo segnato un gol in finale".

Materazzi e la Juventus

L'ex difensore dell'Inter Materazzi in chiusura è tornato di nuovo a stuzzicare la Juventus dopo alcune frecciatine lanciate ad inizio aprile alla società bianconera. Materazzi aveva infatti dichiarato "Odio sportivamente la Juventus", raccontando che il rimpianto più grande rimane il 5 maggio 2002, quando l'Inter perse contro la Lazio consegnando lo scudetto proprio alla Juventus.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la pagina Champions League
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!