In questi giorni, molti personaggi famosi hanno deciso di tenere compagnia ai loro followers con alcune dirette Instagram. Tra coloro che hanno deciso di dialogare tramite il noto social c'è anche Lapo Elkann. Infatti, l'imprenditore italiano, attraverso il profilo della sua società Italia Indipendent, ha deciso di intervistare Federico Bernardeschi e insieme hanno fatto una bella chiacchierata via streaming. Lapo Elkann ha dialogato a lungo con l'attaccante della Juventus che non si è sottratto alle domande, svelando alcuni aspetti della sua vita privata. In particolare, Bernardeschi ha raccontato che è riuscito a realizzare i sogni che aveva da bambino: "Poco fa parlavamo delle visualizzazioni e io da piccolino, quando andavo a letto e chiudevo gli occhi vedevo questo tunnel nero, però al fondo c’era una luce bianchissima.

In questo tunnel c’erano tutti i miei obiettivi. C’erano tutti i miei sogni da bambino che io volevo realizzare. Ovviamente il tunnel è scuro e questa cosa l’ho capita da grande, perché da piccolino non capivo, ma il tunnel ti fa capire che ci sono i sacrifici e ci sono gli ostacoli da superare. Però in fondo c’era sempre quella luce bianca. Sono stato fortunato a realizzare i miei sogni, quindi per me questa è un’emozione grande. Spero che ogni bambino che ci sta sentendo in questo momento possa realizzare i suoi sogni, perché sono il nostro futuro. E soprattutto in questi momenti di grande difficoltà per tutta l’Italia ci dobbiamo sempre di più rendere conto che dobbiamo lasciare qualcosa di importante.

Un lascito per chi viene dopo", ha spiegato l'attaccante della Juventus.

Bernardeschi parla di sua figlia

Federico Bernardeschi, lo scorso anno, è diventato papà di una bimba. La sua compagna Veronica Ciardi gli ha regalato la gioia più grande e l'attaccante della Juventus ha deciso di raccontare a Lapo Elkann alcuni aneddoti che riguardano proprio la sua famiglia.

Il rampollo della famiglia Agnelli ha chiesto a Bernardeschi di raccontare come ha scelto il nome della sua bambina: "Mia figlia si chiama Deva. È un nome che ha scelto mia moglie, che abbiamo scelto insieme, ma devo dire che lei ci ha messo tanto del suo. Perché lei è molto legata alla luna da quando era bambina.

E Deva è un nome indy e significa dea della luna. Quindi è un nome che dietro ha un significato importante. Devo dire che quando mia moglie me lo ha detto la prima volta ho subito detto sì e ho detto: 'Questo è il nome giusto per lei, se lo sentiamo così tutti e due questo è il suo nome'. Devo dire che è molto bella questa cosa". Dunque, il calciatore della Juventus ha scelto di condividere con Lapo Elkann anche gli aspetti più privati della sua vita e ha raccontato quanto sia legato alla sua famiglia: "Per me la famiglia è una grande fortuna, perché la famiglia ti trasmette quei valori che poi ti porti avanti per tutta la vita. Poi io a 26 anni voglio trasmettere a mia figlia dei valori, così come mia moglie le vorrà trasmettere i suoi.

Avere una famiglia così legata è una grande fortuna. Io ne sono consapevole di questo e ringrazio molto per questo. Perché non è facile arrivare ad avere una famiglia così unita nel tempo. Io ho dei genitori giovani che stanno bene ed è soprattutto in questi momenti che te ne rendi conto ancora di più. Avere una famiglia alle spalle su cui contare, avere i genitori che sono in salute e che fanno i nonni è una grande fortuna. Sono davvero fortunato".

La dedica di Bernardeschi

Federico Bernardeschi, nel corso della diretta con Lapo Elkann, ha voluto dedicare una canzone di Jovanotti a sua moglie e a sua figlia. La canzone scelta dal numero 33 juventino è "Chiaro di luna". Bernardeschi ci ha tenuto a spiegare perché questa melodia è così importante per lui: "Ho scelto 'Chiaro di luna' e torno un po' al discorso di prima e al fatto che mia moglie è legata alla luna e che mia figlia si chiama Deva.

Quindi ho dedicato questa canzone a mia moglie quando è nata mia figlia. Questa canzone è per loro". Infine, Lapo Elkann ha anche chiesto a Federico Bernardeschi di dare un consiglio a chi in questi giorni vuole allenarsi a casa: "Tutto ciò che ogni persona vuole fare, prima deve pensarlo. Per stare bene sia fisicamente che mentalmente le due cose devono coincidere e devono andare di pari passo. Perché se tu stai bene mentalmente ma non stai bene fisicamente non sarai mai appagato".

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!