Una delle operazioni più onerose a livello europeo della scorsa estate è stata quella effettuata dalla Juventus per Matthijs De Ligt. Il difensore centrale olandese è stato acquistato dai bianconeri per 75 milioni di euro più bonus. Dopo un inizio complicato, il giovane calciatore si è ambientato sempre di più nel calcio italiano, grazie anche all'apporto di compagni di squadra esperti come Leonardo Bonucci e Giorgio Chiellini. L'ex Ajax si è soffermato proprio sui due nazionali italiani in un'intervista rilasciata di recente a Champions Journal.

Parlando di Bonucci, De Ligt ha rivelato: "È bello giocare con uno dei migliori calciatori del mondo".

Quindi ha aggiunto che insieme al numero 19 juventino formano una buona coppia di centrali difensivi. Elogi anche per capitan Chiellini, soprattutto per la sua esperienza dalla quale sta imparando molto.

De Ligt ha poi parlato dei suoi trascorsi all'Ajax e dei primi anni della sua carriera quando giocava da centrocampista. Fu lo staff tecnico delle giovanili della squadra olandese a consigliargli di cominciare a schierarsi in difesa.

'Ho giocato molto a centrocampo e ho segnato qualche gol'

De Ligt a Champions Journal ha ricordato i suoi esordi nel mondo del calcio quand'era nelle giovanili dell'Ajax. Innanzitutto ha rivelato che nei primi anni era un centrocampista, poi gli hanno consigliato di arretrare di qualche posizione per migliorare in prospettiva.

Quest'arretramento in difesa è stato effettivamente proficuo, poiché il giovane talento orange dapprima si è affermato nella Primavera dell'Ajax, dopodiché è diventato uno dei leader della prima squadra, fino al trasferimento alla Juventus. Il nazionale olandese ha confessato che in un primo momento non era stato contento di schierarsi nel reparto difensivo.

Col tempo, però, ha capito che questa era la sua strada ed ora può dire: "Sono davvero felice che questo sia stato lo sviluppo che ho dovuto affrontare".

Infine, parlando di tattica, ha ricordato che da quando il Barcellona ha lanciato il tiki-taka, quasi tutte le squadre ormai provano ad impostare il gioco partendo dalla difesa. Dunque, per un centrale, adesso è quantomai importante avere una buona tecnica individuale.

La stagione di De Ligt alla Juventus

Complice l'infortunio di Chiellini alla fine di agosto dello scorso anno (il capitano bianconero è poi rientrato a febbraio di quest'anno) De Ligt ha avuto subito l'opportunità di diventare titolare della Juventus. Dopo un inizio balbettante, legato probabilmente a qualche difficoltà di adattamento alla nuova squadra e ad un campionato come quello italiano che è indubbiamente diverso da quello olandese, è riuscito a trovare l'intesa giusta con Bonucci, collezionando 26 presenze e 2 reti tra campionato e coppe.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!