Quest'oggi si terrà un vertice decisivo per il proseguo del calcio in Italia tra il Governo, rappresentato dal Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, e il mondo del calcio italiano, tra cui Figc e Aic. Potrebbe essere comunicata anche la data ufficiale del ritorno in campo, che potrebbe avvenire il 13 giugno. Sono state fatte varie ipotesi, dal recupero delle quattro partite rinviate prima dello stop, alla partenza dal ventisettesimo turno di campionato fino allo svolgimento delle due semifinali di Coppa Italia. In ogni caso, la squadra che sarà sicuramente in campo è l'Inter. I nerazzurri, però, potrebbero aver perso un elemento importante in vista del tour de force.

Stop Vecino

L'Inter rischia di dover fare a meno di Matìas Vecino nel tour de force che la vedrà protagonista dal ritorno in campo, il 13 o il 20 giugno, fino al termine di questa stagione, a fine agosto, essendo impegnata anche in Europa League. Il centrocampista uruguaiano ha disputato una stagione altalenante. A gennaio sembrava destinato perfino alla cessione, prima di diventare uno dei titolare dell'undici di Antonio Conte, preferito perfino a Christian Eriksen tra fine gennaio e febbraio.

Il giocatore, dal suo canto, però, rischia di essere costretto ai box, seppur non ci sono notizie certe sul suo stato fisico. Stando a quanto riportato da Il Corriere dello Sport, il centrocampista uruguaiano ieri non si sarebbe allenato con i compagni, svolgendo una seduta a parte.

Il motivo è legato ad un problema al ginocchio venuto fuori in questi giorni e che lo limita fortemente nei movimenti. La situazione verrà analizzata nelle prossime sedute ma non è esclusa una risonanza magnetica per scongiurare problemi più gravi. Il campionato si giocherà praticamente in poco più di un mese, disputando partite ogni tre giorni, e, quindi, un problema al ginocchio rischierebbe di fargli finire l'annata in anticipo.

Così in campo alla ripresa

A prescindere dalle condizioni fisiche di Matìas Vecino, l'Inter dovrebbe scendere in campo con il solito 3-5-2 alla ripresa del campionato. In mezzo al campo potrebbe esserci finalmente una chance per Christian Eriksen, magari leggermente avanzato sulla trequarti rispetto a Barella e Brozovic, con Stefano Sensi prima alternativa.

I due esterni dovrebbero essere Candreva e Young, ormai titolarissimi e schierati anche nelle ultime partite prima dello stop. In attacco, ovviamente, fiducia a Lautaro Martinez e Romelu Lukaku, con Sanchez che, comunque, scalpita per poter dimostrare il proprio valore. In difesa sicuri del posto De Vrij e Skriniar, si giocheranno una maglia da titolare Bastoni e Godin.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!