Il Milan continua a stupire e dopo aver pareggiato in extremis contro la Spal a Ferrara, batte all'Olimpico la Lazio, squadra che, assieme alla Juventus, lotta per lo scudetto.

A regalare i tre punti, fondamentali per la corsa all'Europa League 2020/21, sono le reti di Çalhanoğlu, Ibrahimović e Rebić. Da segnalare i due gol annullati, uno per parte, al numero 21 rossonero e a Lazzari, entrambi per fuorigioco.

Primo tempo: apre le danze Çalhanoğlu, poi segna Ibra su rigore

Dopo una prima fase di stallo e di studio, la Lazio comincia pian piano ad aumentare la sua intensità, prima con Lazzari, una fiammata dalla destra intercettata da Donnarumma, poi con Milinković-Savić, direttamente da punizione.

il numero 99 rossonero blocca senza problemi.

Al 23' arriva il gol che sblocca la partita: sull'appoggio di Ibrahimović, ritornato titolare dopo la sconfitta interna contro il Genoa dello scorso 8 marzo, Çalhanoğlu parte dalla sinistra, si accentra e da 20 metri batte Strakosha.

I rossoneri gestiscono la partita senza particolari problemi e al 32' Ibra insacca sottoporta, ma Calvarese lo annulla per fuorigioco dello stesso attaccante ex Psg e Galaxy. Passano due minuti e il numero 21 raddoppia dagli ultimi 11 metri; calcio di rigore concesso per un tocco di mano di Radu. La sfera finisce sotto il corpo di Strakosha che non riesce ad opporsi.

Al 37' si fa male Çalhanoğlu che subisce una contusione al polpaccio sinistro: al suo posto entra Lucas Paquetá.

Nei minuti finali Luis Alberto sfiora l'1-2 con un destro spedito di poco a lato. Il primo tempo termina 2-0 a favore del Milan.

Secondo tempo: gol annullato a Lazzari, Rebić fa 3-0

Nella ripresa Ibrahimović fa posto a Rebić, ma si comincia con un brivido per i rossoneri. Al 53' verticalizzazione di Luis Alberto per Manuel Lazzari, il quale insacca ma Calvarese annulla il gol per fuorigioco dell'ex Spal.

Al 58' Bonaventura mette in apprensione la difesa della Lazio, ma anche qui viene segnalato il fuorigioco dal guardalinee. Minuto 60: si scatena l'entusiasmo dei giocatori rossoneri: proprio Bonaventura fornisce un filtrante per Rebić che batte Strakosha con un tiro rasoterra. Il Milan fa tris alla squadra di Simone Inzaghi.

Al 65' Milinković-Savić sfiora la traversa mentre quattro minuti dopo Theo Hernández libera il diagonale mancino che il portiere laziale devia. Al minuto 81 sempre il terzino sinistro si divora il poker a pochi passi dal portiere laziale, spedendo la palla incredibilmente a lato.

Il triplice fischio di Calvarese giunge dopo due minuti di recupero, col Milan che batte la Lazio 3-0 e supera momentaneamente il Napoli in classifica, trovandosi al 6° posto con 46 punti, a -2 dalla Roma, che stasera affronterà proprio la formazione partenopea. Martedì 7, a San Siro, i meneghini ospiteranno la Juventus, fresca di vittoria contro il Torino (4-1): si giocherà alle ore 21:45.

Lazio-Milan: il tabellino

Lazio (3-5-2) - Strakosha; Patric, Acerbi, Radu (dal 55' Vavro); Lazzari, Milinkovic-Savic (dal 67' D.Anderson), Leiva (dal 46' Adekanye), Parolo, Jony (dal 55' J.Lukaku); Luis Alberto, Correa (dal 64' Cataldi).

Milan (4-2-3-1) - G.Donnarumma; Conti (dal 71' Calabria), Kjær, Romagnoli, Hernández; Kessié, Bennacer; Saelemaekers, Çalhanoğlu (dal 38' L. Paquetà), Bonaventura (dal 71' Krunić); Ibrahimović (dal 46' Rebić).

Ammoniti: J.Lukaku (78') e Lucas Paquetà (82'). Note: annullati due gol, uno a Ibrahimović e l'altro a Lazzari per fuorigioco.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Milan
Segui
Segui la pagina S.S. Lazio
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!