Massima concentrazione sull'Europa League con lo sguardo però sempre vigile sul futuro. È questa, secondo il quotidiano Repubblica, la situazione che attualmente si sta vivendo in casa Inter. Al momento, allo scopo di non distrarsi dalla competizione internazionale che vede i nerazzurri in semifinale (lunedì 17 agosto incontreranno lo Shakhtar Donetsk) pare sia stato rimandato qualsiasi discorso sulla prosecuzione del rapporto tra la società nerazzurra e Antonio Conte. Nel frattempo, in caso di permanenza a Milano, l'attuale tecnico avrebbe già lanciato dei chiari segnali sui giocatori che non rientrerebbero più nel suo progetto.

Su tutti, pare che Conte abbia lasciato intendere di non voler puntare per la stagione 2020-2021 su Milan Skriniar e Antonio Candreva. L'indizio verrebbe dalle scelte di formazione operate dal tecnico leccese in Europa League. Da quando è cominciato il torneo, nell'undici titolare non sono mai comparsi né l'esterno italiano e nemmeno il difensore slovacco. Quest'ultimo è stato costantemente rimpiazzato da Godin che sembra in crescita rispetto ad una prima fase di stagione al di sotto delle aspettative.

Sulla fascia destra, il titolare attualmente è Danilo D'Ambrosio. Alle sue spalle, invece, pare sia sparito Candreva. Non a caso, soprattutto contro il Bayer Leverkusen, quando il terzino campano è stato richiamato in panchina, al suo posto è entrato Moses.

Inoltre non bisogna dimenticare che per la prossima stagione l'Inter ha già acquistato Hakimi dal Real Madrid per 40 milioni di euro. Quindi, se l'ex Lazio dovesse restare a Milano, scalerebbe addirittura al quarto posto nelle preferenze di Conte per la fascia destra.

Tornando a Skriniar, appare sempre più probabile che il numero 37 slovacco possa finire sul mercato e diventare un'importante pedina di scambio per le prossime operazioni in entrata di Marotta e Ausilio.

Le ultime indiscrezioni parlano di un probabile approdo dell'ex Sampdoria al Tottenham, con il centrocampista Ndombele che farebbe il percorso inverso.

Il Tottenham ha già acquistato il sostituto di Ndombele

Tanguy Ndombele, centrocampista francese di quantità e "muscolare" (caratteristica che Conte avrebbe richiesto per i suoi nuovi mediani) sarebbe diventato uno degli obiettivi principali dell'Inter in sede di mercato.

Il club milanese starebbe ragionando con il Tottenham su uno scambio con Skriniar che piace molto al tecnico della squadra inglese, José Mourinho. Intanto, proprio da Londra è arrivata un'importante notizia di Calciomercato che in un certo qual modo va a confermare la rottura tra Ndombele e gli Spurs.

Il Tottenham ha annunciato l'acquisto di Pierre-Emile Hojbjerg dal Southampton. Il centrocampista danese per caratteristiche fisiche ricorda molto Ndombele. Dunque questo potrebbe essere il segno di una frattura ormai insanabile tra il 23enne transalpino e la società britannica, anche perché i rapporti tra il giocatore e Mourinho non sono mai stati idilliaci. L'Inter, dunque, potrebbe approfittare della situazione per accelerare la trattativa che dovrebbe portare l'ex Lione a vestire la casacca nerazzurra in luogo (chissà) di Skriniar, che rischia di diventare uno degli "epurati di lusso" del tecnico pugliese.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!