Una delle trattative più discusse del Calciomercato estivo è stata sicuramente lo scambio Pjanic-Arthur Melo fra Juventus e Barcellona. Il regista bosniaco si è trasferito in Catalogna per una nuova esperienza professionale, mentre la società bianconera ha accolto il nazionale brasiliano.

Proprio Pjanic di recente è stato intervistato sia dal giornale sportivo Sport che dal Mundo Deportivo. Tanti gli argomenti affrontati, dal suo passato in Italia fino alle prospettive professionali da nuovo giocatore del Barcellona.

Hanno suscitato clamore soprattutto le sue dichiarazioni riguardanti Cristiano Ronaldo e il confronto che i due hanno avuto quando il bosniaco è stato ufficializzato al Barcellona.

A tal riguardo Pjanic ha aggiunto: "CR7 era deluso dal fatto che stavo lasciando la Juventus". Ha poi rimarcato che il portoghese gli ha anche detto di essere convinto che si divertirà molto al Barcellona e nel campionato spagnolo.

Lo stesso centrocampista ha poi sottolineato l'importanza del portoghese nello spogliatoio della Juventus sia dal punto di vista professionale che tecnico.

Miralem Pjanic ed i suoi obiettivi professionali con il Barcellona

Il regista bosniaco si è soffermato anche sui propri obiettivi professionali, sottolineando come non veda l'ora di iniziare la stagione con il Barcellona.

In merito al difficile momento che sta vivendo la società catalana sia dal punto di vista dirigenziale che dei risultati, ha dichiarato: "Il Barcellona è una squadra concepita per vincere tutto, non è mai sbagliato trasferirsi qui".

Si è poi soffermato sull'addio di Luis Suarez, che a breve dovrebbe essere ufficializzato dall'Atletico Madrid. Pjanic ha rimarcato il fatto che l'uruguaiano è uno dei tre migliori centravanti al mondo e che non sarà facile sostituirlo.

Ha poi sottolineato che in questa fase il Barcellona sta cambiando, ci vorrà del tempo per ricostruire una squadra competitiva, ma è convinto che società e staff tecnico ci riusciranno.

Elogi a Rudi Garcia, Spalletti, Allegri, Totti e a Buffon

Non è mancato poi un riferimento ai suoi vecchi allenatori, che lo hanno aiutato a diventare uno dei migliori registi a livello internazionale. Elogi in particolar modo a Rudi Garcia, Luciano Spalletti, Luis Enrique e a Massimiliano Allegri. Nella sua crescita professionale e umana sono stati importanti anche i campioni con cui ha giocato, su tutti Francesco Totti e Gianluigi Buffon.

A tal riguardo Pjanic ha dichiarato che il segreto del loro successo è soprattutto la mentalità vincente. Ha infatti aggiunto: "La mentalità è la cosa importante e quella che hanno è unica, vogliono sempre migliorare in tutte le competizioni, sono un esempio per tutti".

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!