L'Inter sta attraversando un momento molto delicato. Sia in campionato che in Champions League i nerazzurri sono in ritardo e non possono permettersi passi falsi. Martedì è arrivata la sconfitta in campo europeo contro il Real Madrid per 3-2 e questo ko rischia di compromettere il cammino in Champions, dato che la squadra di Antonio Conte ora è ultima nel proprio girone con soli 2 punti, a meno due da Shakhtar e Real Madrid e a meno tre dal Borussia Moenchengladbach capolista. Risultati che cominciano a mettere in discussione anche la posizione dell'allenatore nerazzurro, finito sul banco degli imputati visto che anche in campionato è costretto ad inseguire, essendo a cinque punti dal Milan capolista.

Nelle scorse ore a criticare particolarmente la gestione di Antonio Conte è stato il giornalista Paolo Bargiggia.

Conte sotto accusa

L'Inter è finita al centro delle polemiche dopo gli ultimi risultati. I nerazzurri, nonostante siano stati tra i principali protagonisti dell'ultima sessione di calciomercato, con gli arrivi di Vidal, Darmian, Kolarov e Hakimi, oltre ai ritorni di Ivan Perisic e Radja Nainggolan, sono costretti ad inseguire sia in campionato, dove si trova a cinque punti dal primo posto, occupato dal Milan, sia in Champions League, dove a fine girone andata si trovano all'ultimo posto, a meno due dal secondo e a meno tre dal primo posto.

Il principale imputato di questo periodo critico è il tecnico dell'Inter, Antonio Conte.

La squadra, infatti, crea molto ma non riesce a concretizzare la propria mole di gioco e gli viene imputato che subisce molto rispetto all'anno scorso, quando ha chiuso il campionato come miglior difesa. Si è cominciato a parlare anche di un clamoroso avvicendamento sulla panchina nerazzurra. Chi si è esposto maggiormente è il giornalista Mediaset, Paolo Bargiggia, che sul proprio profilo Twitter ha invocato l'esonero dell'allenatore salentino, costi quel che costi.

Questo il tweet: "Ripeto da tempo: "Conte va licenziato dall'Inter, costi quel che costi. È stata una mezza sciagura averlo ingaggiato perché il suo stipendio è inversamente proporzionale ai risultati. Eccetto Romelu Lukaku, non c'è un giocatore che sia migliorato. Brutto segnale!".

Bergamo decisiva

Per il tecnico dell'Inter, Antonio Conte, potrebbe essere già decisiva la prossima sfida di campionato.

I nerazzurri saranno di scena al Gewiss Stadium di Bergamo, dove affronteranno l'Atalanta. Un passo falso potrebbe mettere in seria discussione la posizione del tecnico nerazzurro, visto che con la sosta per le Nazionali ci sarebbe anche il tempo necessario per un eventuale avvicendamento sulla panchina. Il nome caldo, in caso di cambio sulla panchina, sarebbe quello di Massimiliano Allegri, già accostato all'Inter nei mesi scorsi, quando prima del famoso vertice di Villa Bellini si parlava già di un possibile addio di Conte.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!