Uno dei nomi che potrebbero inaugurare questa sessione invernale di calciomercato è quello di Eder, vecchia conoscenza nerazzurra attualmente allo Jiangsu Suning, squadra cinese sempre di proprietà di Zhang. Proprio quest'ultimo dettaglio contribuirebbe ad incanalare la trattativa verso il lieto fine: l'italo-brasiliano guadagna 5 milioni lordi in Cina e il recente taglio dei super ingaggi (introdotto il tetto massimo di 3 milioni lordi) adottato per la Chinese Super League potrebbe dare l'accelerata decisiva per il ritorno a Milano.

C'è da dire però che l'obbiettivo numero uno di Beppe Marotta per rinforzare il reparto offensivo porta il nome del Papu Gomez, ma nel caso in cui la società interista non riuscisse a portare in nerazzurro l'argentino si punterebbe tutto su Eder.

Eder potrebbe tornare all'Inter

Eder, dunque, potrebbe essere il primo rinforzo per l'attacco dell'Inter. I nerazzurri sono alla ricerca di un rinforzo per completare il reparto avanzato per far rifiatare Lautaro Martinez e Romelu Lukaku, visto che Alexis Sanchez deve fare spesso i conti con problemi fisici, mentre Andrea Pinamonti dovrebbe essere ceduto. L'italo-brasiliano, inoltre, rappresenterebbe un ottima soluzione essendo in grado di giocare, grazie alle sue caratteristiche, sia in coppia con il belga che con l'argentino.

Eder, peraltro, è un pupillo di Antonio Conte che lo convocò per gli Europei 2016 disputati in Francia: in quella competizione, l'ex attaccante della Sampdoria segnò anche una rete alla Svezia nell'ultimo match del girone.

L’operazione presenterebbe non pochi vantaggi, in primis a livello economico: facendo parte dell’universo Suning, l’esborso per riportarlo in Italia sarebbe irrisorio. Inoltre, Eder non avrebbe particolari problemi di ambientamento, tornando là dove ha già vissuto tre stagioni, senza contare la disponibilità a rivestire un ruolo di secondo piano.

Il 'Papu' Gomez resterebbe l'obbiettivo numero uno

Eder è sulla lista di Beppe Marotta, ma l'obbiettivo numero uno per la squadra di Conte sembrerebbe essere sempre quello di Alejandro Gomez, con cui i nerazzurri di Milano sembrerebbero aver già trovato un accordo.

L'Atalanta per il Papu chiede non meno di 10 milioni di euro, cifra considerata troppo alta dall'Inter, per un 32enne che andrà in scadenza a giugno 2022. Per questo motivo, solo l'inserimento di eventuali contropartite potrebbe sbloccare l'affare.

Secondo Tuttosport, l'Atalanta avrebbe fatto tre nomi: Sebastiano Esposito di rientro dal prestito deludente alla Spal; Gaetano Pio Oristanio che tanto bene ha fatto in Primavera nelle ultime stagioni; e infine Lorenzo Pirola, che più piace all’Atalanta, attualmente in prestito al Monza ma di cui Ausilio e Baccin non vogliono assolutamente privarsi.

E' è chiaro che nel caso in cui Gomez dovesse arrivare all'Inter, a quel punto, con un altro giocatore offensivo come l'argentino da inserire in rosa, anche se non è un centravanti, non ci sarebbe più la stretta necessità di acquistare altri rinforzi per il reparto avanzato.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!