In questi giorni, l'attenzione dei tifosi della Juventus è rivolta ai prossimi impegni dei bianconeri, decisivi per la qualificazione alla Champions League.

Il club torinese non può permettersi di perdere un posto nell'Europa che conta: non raggiungere la Champions League sarebbe un fallimento del non solo sportivo ma anche economico.

Flavio Briatore, intervenuto in una trasmissione Mediaset ha parlato proprio di questo aspetto: "Senza Champions mancherebbero 100 milioni di introiti e sul bilancio della società peserebbero tantissimo". Inoltre, secondo il manager, senza la qualificazione in Europa Cristiano Ronaldo potrebbe lasciare la Juventus: "La presenza di Ronaldo è legata alla prossima Champions.

Senza Ronaldo potrebbe uscire".

Parla Flavio Briatore

Flavio Briatore è un grande tifoso della Juventus e nelle scorse ore si è intervenuto per parlare del momento delicato che sta vivendo la squadra bianconera. Il manager si è soffermato sull'operato di Andrea Pirlo: "La cosa che mi fa strano è che fino a qualche anno fa noi juventini sapevamo la formazione". L'imprenditore infatti ha sottolineato che, qualche anno fa, i tifosi sapevano alla perfezione l'undici bianconero, poiché c'era un blocco di campioni insostituibili. In particolare secondo lui: "Non c’è un punto di riferimento in mezzo al campo".

Briatore ha poi spiegato cosa si aspetta da questo finale di stagione: "Non c’è anima in questa squadra, non c’è lo spirito giusto".

Infine, il manager italiano ha sottolineato che dopo nove scudetti consecutivi è normale un anno di transizione: "Però devono cambiare 4-5 giocatori e sperare di entrare in Champions League".

La Juventus è alle prese con un nuovo caso di Covid-19

Flavio Briatore si è soffermato sull'importanza per la Juventus di raggiungere un posto in Champions League.

Proprio in quest'ottica per i bianconeri è fondamentale la partita contro il Napoli. Per questa sfida Andrea Pirlo dovrà fare i conti ancora una volta con alcune positività al Covid 19. Infatti, dopo Leonardo Bonucci e Merih Demiral, anche Federico Bernardeschi è risultato positivo al Coronavirus. Adesso, la Juventus è "in bolla" e gli altri giocatori verranno sottoposti con grande frequenza ai tamponi per scongiurare la presenza di nuovi casi.

Bernardeschi è già stato isolato ed è asintomatico.

Per la gara contro il Napoli del 7 aprile, intanto, la Juventus ritroverà Arthur, Paulo Dybala e Weston McKennie. Il numero 10 juventino rientrerà a disposizione dopo tre mesi, ma partirà comunque dalla panchina. Mentre Arthur e McKennie invece potrebbero essere titolari. Ogni dubbio di formazione, comunque Pirlo lo risolverà solo a ridosso del match contro il Napoli.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Champions League
Segui
Segui la pagina Cristiano Ronaldo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!