Rodrigo De Paul è uno degli obiettivi di mercato del Milan. Il centrocampista argentino dell'Udinese è stato uno dei protagonisti della conquista della salvezza da parte della squadra friulana e avrebbe catturato l'interesse da parte dei rossoneri. Paolo Maldini e Frederic Massara hanno intrapreso i contatti con l'Udinese: la richiesta è di 40 milioni di euro.

De Paul prezzo fissato a 40 milioni

De Paul è uno dei centrocampisti più forti del campionato di Serie A: nelle ultime cinque stagioni ha realizzato ben 34 reti in 184 partite ufficiali, trascinando l'Udinese nelle zone tranquille della classifica anche grazie ai 36 assist che ha fornito ai suoi compagni.

Il Milan sarebbe intenzionato ad acquistarlo per la sua esperienza nella Serie A e soprattutto perché sarebbe perfetto nello scacchiere del mister Stefano Pioli. De Paul prenderebbe infatti il posto di Hakan Calhanoglu, al momento ancora in attesa di conoscere il suo destino visto che il Milan non avrebbe accettato la sua richiesta di aumento di ingaggio a 5 milioni di euro a stagione. Maldini e Massara starebbero quindi cercando di convincere l'Udinese a cedere il centrocampista argentino. Oltre al Milan, anche l'Atletico Madrid e il Liverpool avrebbero già bussato alla porta dell'Udinese per chiedere informazioni su De Paul.

Casa Milan: le probabili cessioni per arrivare a De Paul

Rodrigo De Paul a Udine guadagna 1 milione di euro a stagione più bonus: il trasferimento a una tra Milan, Atletico Madrid e Liverpool gli garantirebbe un aumento dell'ingaggio e la possibilità di giocare in Champions League.

Arrivato all'età di 27 anni, questo sarebbe per lui il giusto premio per l'ottimo rendimento che ha avuto nella sua esperienza a Udine. Per quanto riguarda l'eventuale contratto che lo legherebbe al Milan, Maldini e Massara sarebbero orientati nel proporgli un ingaggio da 3 milioni di euro a stagione, più o meno la stessa cifra che percepiva Hakan Calhanoglu.

Acquistare De Paul e lasciar partire il turco comporterebbe dunque un risparmio a livello di ingaggio.

L'unico ostacolo resterebbe quello del costo del cartellino: Daniel Maldini, Jans Petter Hauge e Matteo Gabbia sarebbero delle potenziali contropartite tecniche da cedere direttamente all'Udinese oppure al Watford, legato comunque alla stessa proprietà. I probabili partenti con i quali il Milan riuscirebbe ad accrescere la liquidità necessaria per arrivare ai 40 milioni richiesti dai friulani sono invece Krunic e Castillejo.

Diverso il discorso per Caldara, Conti e Laxalt attualmente in prestito: non dovrebbero essere reintegrati in rosa ma nuovamente ceduti con la formula del prestito.