La Juventus si appresta a vivere un altro anno difficile dal punto di vista finanziario. Come ha recentemente ufficializzato Exxor, la holding controllante la società bianconera, "Si prevedere l'esercizio 2021-2022 una perdita significativa". Solo nell'ultimo esercizio è stato registrato un passivo da 190 milioni di euro. Fra luglio e dicembre 2020 le perdite sono state quantificate in 113,7 milioni di euro a cui bisogna aggiungere 77 milioni di euro per il periodo che va da gennaio al 30 giugno 2021. Una situazione finanziaria appesantita dalla pandemia da coronavirus, che ha portato ad una diminuzione evidente dei ricavi.

Gli effetti della pandemia si vedranno anche nel 2021-2022, nonostante si stia ritornando alla normalità.

Inoltre, la Juventus dovrà registrare in questo esercizio due minusvalenze finanziarie importanti, scaturite dal trasferimento di Cristiano Ronaldo al Manchester United (minusvalenza da 14 milioni di euro) e da quello di Romero all'Atalanta (da 4,8 milioni di euro).

'Attese perdite significativa per l'esercizio 2021-2022'

Per il quarto esercizio di fila, la Juventus chiude il bilancio in perdita. Gli effetti negativi della pandemia nel periodo compreso tra marzo 2020 e giugno 2020 sono stati di 320 milioni di euro. Il bilancio al 30 giugno 2020 si era chiuso in perdita per circa 100 milioni (quasi la metà rispetto a quello del 2021).

Da qui la decisione della società bianconera e di effettuare un aumento di capitale da 400 milioni di euro, approvato dal Consiglio d'Amministrazione a fine agosto. La Exor ha confermato una perdita significativa nell'esercizio 2021-2022 ma anche sottolineato che sono attesi dei miglioramenti dall'esercizio 2022-2023. Questo perché è atteso un ritorno alla normalità entro la seconda metà del 2022.

Ad agevolare la situazione finanziaria della società bianconera anche la razionalizzazione dei costi e il recupero dei ricavi che dovrebbero portare ad un miglioramento della situazione finanziaria nell'esercizio 2022-2023.

Il mercato della Juventus

La decisione di contenere i costi giustifica anche le operazioni portate avanti dalla Juventus durante il recente Calciomercato estivo.

Sono arrivati, infatti, tre giocatori: Kaio Jorge, Moise Kean e Manuel Locatelli. Il brasiliano, acquistato per circa 3 milioni di euro, era in scadenza con il Santos a dicembre 2021. La punta italiana è invece arrivata in prestito oneroso di circa 7 milioni di euro con obbligo di riscatto di 37 milioni di euro a giugno 2023. Più o meno la stessa modalità di pagamento anche per Manuel Locatelli, che invece costerà un totale di circa 37 milioni di euro.