La Riforma del condominio è entrata in vigore il 18 giugno 2014: dopo un'attesa durata più di 70 anni, i condomini, la maggioranza degli italiani potranno vantare maggiori diritti nei confronti degli amministratori, che saranno supervisionati dal punto di vista finanziario.

Polizza rc professionale obbligatoria per l'Amministratore

La Riforma, che soddisfa anche l'Anaci (Associazione Nazionali Amministratori Condominiali e Immobiliari), verte soprattutto sul nuovo modo di abitare, investendo diversi settori e garantendo maggiore professionalità ai condomini che, se più di otto, devono obbligatoriamente avere la figura di riferimento nell'Amministratore, il quale dovrà, oltre ad essere diplomato, superare un corso professionale e tenersi continuamente aggiornato.

Inoltre dovrà stipulare, in maniera obbligatoria, un'assicurazione per responsabilità di civile, che copra tutto il periodo del suo operato.

Conto corrente obbligatorio e versamenti dei condomini

L'Amministratore dovrà necessariamente aprire un conto corrente a suo nome sul quale dovranno transitare tutti i conti e i versamenti da parte dei condomini, i quali dovranno entro 6 mesi versare il credito dovuto per non incorrere in decreto ingiuntivo, altrimenti l'Amministratore dovrà procedere in maniera forzosa.

Obblighi per gli amministratori e delega al voto

Inoltre la lista degli obblighi per gli Amministratori, che non potranno avere più la delega al voto da parte dei condomini, prevede la diffusione via mail, fax o posta delle date delle assemblee, rispettando le nuove normative circa il numero di voti e deleghe affinché una proposta sia valida, mentre si valuta anche la possibilità di avere un sito condominiale che possa riassumere tutte le notifiche e informazioni che riguardano condomini e condominio stesso.

Costo dell'ascensore

Per quanto riguarda l'ascensore, valore millesimale e piano dell'abitazione regolano il peso del costo per ogni condomino.

Condomini e Assemblea

Per quanto riguarda i condomini, questi, che adesso potranno avere con loro gli animali domestici, facendo attenzione alle aree comuni, potranno installare più facilmente i sistemi per il risparmio energetico, rendendo noto all'Amministratore i lavori necessari che dovranno poi essere valutati in assemblea.

Ma i condomini che si vogliono distaccare dal sistema centralizzato di riscaldamento potranno distaccarsi anche senza il parere positivo dell'assemblea. L'assemblea dovrà anche esprimersi circa le possibili innovazioni che si potranno proporre per migliorare e modernizzare il condominio.

Bilancio e controllo sulle spese del condominio

In base al principio della trasparenza, il bilancio dovrà rendere conto in maniera dettagliata di tutta la gestione.

La Modifica alla Disciplina del Condominio negli Edifici, sancita dalla Legge dell'11 dicembre 2012 n°220, si propone l'intento di offrire maggiore chiarezza e professionalità ai condomini, per garantire la possibilità di controllo sulle spese del condominio, che pesano sull'85% degli italiani.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto