Manca una settimana all'inaugurazione dell’edizione numero cinquantacinque. Ci riferiamo al Salone del Mobile 2016, che sta per prendere il via a Milano dal 12 al 17 aprile. Un’infinita serie di eventi, presentazioni, mostre e preview animeranno il capoluogo lombardo per tutta la durata dell’evento, all’interno della Fiera di Rho e al FuoriSalone. Ma cosa ammireranno le migliaia di visitatori nazionali e internazionali che affolleranno i padiglioni di questa imperdibile manifestazione fieristica? Ecco qui di seguito qualche tendenza indicata dalle preview.

Complementi avvolgenti e sinuosi per effetti caldi e naturali

Saranno predominanti nella progettazione dei complementi d’arredo del Salone del Mobile 2016, le forme leggere e morbide, più che quelle squadrate e spigolose: soffici come nuvole e, soprattutto per quanto riguarda letti e divani, generose nei volumi. Nelle sedute, saranno frequenti gli schienali ampi, alti e avvolgenti. D’altro canto l’ergonomia è un trend forte negli ultimi tempi: l’arredo contemporaneo deve favorire il benessere e l’armonia fisica e la casa è sempre più un porto sicuro e accogliente in cui rifugiarsi, soprattutto in periodi storici come quello che stiamo vivendo. Vi sarà inoltre grande attenzione per l’uso e l’abbinamento dei materiali come nei tavoli, quasi tutti allungabili: l’unione di legno e metallo in diversi modelli, ad esempio, simboleggia il perfetto connubio tra naturalità e limpidezza.

Il design lineare del metallo racchiude ed esalta alla perfezione le linee irregolari, calde e imprevedibili del legno. Anche l’alluminio entrerà spesso in gioco: le sedute in alluminio sono leggere e delicate nelle linee, ma robuste nell’uso e perfettamente in grado di resistere all’azione del tempo. Spesso progettate per l’outdoor e impilabili, sono idonee a molteplici usi.

I colori saranno meno sgargianti, più neutri o persino pastello.

Veicoleranno una sensazione di relax, di pausa dalla vita frenetica. Molto evidente è l’ispirazione alla natura, assieme a un’idea di abitazione dai confini sfumati, dove si vive in un’atmosfera easy-going, poco formale e aperta al nuovo, dunque cosmopolita. Spazi e culture paiono avvicinarsi, nelle case contemporanee, per favorire un dialogo libero.

Dunque spesso la camera da letto richiamerà le morfologie del living, mentre la sala da pranzo, vicino alle vetrate del terrazzo, potrà mutare funzione e trasformarsi in un ambiente outdoor. Oggetti e ambienti si completano a vicenda in un tutto armonico, senza tuttavia perdere la loro connotazione. Non più spazi definiti, ma fluidi, un trend che si era già definito in passato, ma che ora ha preso il sopravvento. Non dimentichiamo infine che questa edizione del Salone si svolgerà di pari passo con le biennali EuroCucina e il Salone Internazionale del Bagno, anch’esse ricchi di spunti e grandi novità per l’arredo-design. Non resta che visitare tutto di persona!

Segui la nostra pagina Facebook!