Lo Xiaomi RedmiNote 2 Prime è dotato di un SoCMediatek Helio X10 MT6795T a 2.2GHzed una GPUPowerVR G6200 a 700 MHz. LaRAMè di2GB, lo storagedi32GB, di cui 26GB disponibili.Presente il DualSIM, il Bluetooth 4.0, il WiFi a 5GHz, la porta IrDA, il GPS,il supporto OTG,la connettivitàLTE,un displayFullHD IPS da 5.5 pollici,una fotocamera posteriore da 13 Megapixel con FlashLED ePDAF,ed una frontale da 5 Megapixel. La batteria è removibile ed ha una capacità di 3060mAh;il sistema operativo è laMIUI 7 basata su Android 5.0.

Design

Il design ricalca le linee del Mi4i e la scocca è realizzata in plastica liscia, che va però a ridurre il grip.La cover posteriore non presenta scricchiolii ma risulta di fattura economica.Nella parte frontale è presenteil display, i tre tasti soft-touch retroilluminati, la camera anteriore, la capsula audio, il LED di notifica ed i vari sensori, in quella posteriore il logo MI,lo speaker, la fotocamera ed il Flash LED.

Sotto la cover troviamola batteria da 3060mAh, gli slot per leSIM(micro) e per lamicroSD.

Display

Il pannello installato è unIPS LCDcon una diagonale di 5.5 pollici erisoluzione FullHD. La resa cromatica è molto buona,così comela definizione dell’immagine, oltre al touch screen, davveromolto preciso e sensibile, inoltre ilvetro di copertura presenta un trattamento moltooleofobico. Ottimigli angoli di visionee la luminosità, perfettain tutte le situazioni.

Prestazioni e calore

Le performance garantite dall’Helio X10 sono di alto livello in tutti i contesti, visto che,abbinato ai 2GB di RAM,permette di avere un sistema sempre fluido e reattivo, anche con un utilizzo spinto del multi-tasking. Neiprincipali videogame non ho avutoproblemi, segnoche la GPU gestiscebene i giochi recenti, fra cui Real Racing 3, che funziona alla perfezione.

Avere un SoCmolto potente significa incorrere in un maggiore sviluppo di caloree anche questo devicenon è da meno,visto che utilizzandolo con continuità ma senza stressarlo a fondo la scocca diventa leggermente tiepida. Conun uso intensivole temperature salgono fino a farsi sentireedurante il gaming prolungato si raggiungonovaloridi 48°C vicino alla fotocamera e di45°C nella parte frontale.

Valori alti ma non estremi visto che non ho notato uncalo delle prestazioni.

Autonomia e ricezione

L’autonomia è solo nella media, datoche conun uso molto intenso riuscirete ad arrivare a sera “al pelo”. Con 5 account email, molto WhatsApp, connessionealle reti 3G/4Ge due sim, sono arrivato a12 ore di utilizzo con 4 ore di schermo attivo.Con un uso più leggerosi arriva alle 5 ore di schermo, ma in generale l’autonomia non si è rivelata eccezionale.

Ottimala ricezione, visto che ho notato una qualità del segnale superiore ad altri telefoni. Buonol’audio in chiamata, così come ilGPS, veloce e stabile. Non avuto problemicon il Bluetooth; davvero comoda la presenza di una porta IrDAper usare il devicecome telecomando. Peccato solo per l’assenza degli 800MHz in LTE.

Fotocamera e multimedia

La qualità degli scatti è legataalla quantità di luce:con molta luce le foto risultano bendefinite, conscarsa luminosità si ha una grossaperdita di dettaglio e qualità. Mediocrii selfie, così come ivideo, che vengono girati in FullHD a 30FPS.Nessun problema nella visione divideoin FullHD e 2Kcon codec H265.Lospeaker posteriore ha un volume adeguato ed abbastanza potente, così come l'audioin cuffia, equalizzabileviasoftware.

Software

La MIUI 7èmoltocurata fino nei dettagli e ben ottimizzata su ogni Smartphone marchiato Xiaomi, un pregio molto importante, così come i continui aggiornamenti, un plus notevole che ritroviamo su pochi prodotti, peccato solo l’assenza di gesture e la versione Androidnon recentissima.

Conclusioni

Un ottimo smartphone in grado di offrire delle prestazioni di fascia alta ad un prezzo da entry level, questo è sicuramente l’obbiettivo di Xiaomi, visto il prezzo lancio aggressivo.

Segui la pagina Smartphone
Segui
Segui la pagina Android
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!