Il 2015 per il mobile business di Lenovo è stato un anno di riflessione, assestamento e pianificazione, oltre ad essere stato positivo per quanto riguardo le vendite di dispositivi mobili. Lo scorso Giugno, Chen Xudong assume il timone del Mobile Business Group di Lenovo che include le due divisioni mobile, sia quella interna alla stessa azienda cinese che quella acquisita nel 2014 Motorola Mobility. Dalla sua nomina si sono avute una serie di cambiamenti: dalle strategie sui prodotti a quelle riguardanti in ultimo il riassetto dell'intera struttura della divisione mobile di Lenovo.

Negli scorsi giorni al CES 2016 si è parlatodel restyling del brand Motorola, con una riorganizzazione del portafoglio prodotti dell'interadivisione mobile di Lenovo. In un intervista a Tech Sina, Chen Xudong, Vice Presidente Senior di Lenovo, Responsabile area Cina e Asia per Lenovo e Presidente del Mobile Business Group, ci ha spiegato alcune cose interessanti sui prossimi Smartphone Lenovo e Motorola che verranno rilasciati entro la fine dell'anno.

Due Line-up di prodotti e 15 modelli di smartphone nel 2016

Nell'intervista Chen Xudong ha parlato del portfolio prodotti di Lenovo, dicendo che la compagnia ha lanciato troppi smartphone lo scorso anno intasando la loro lineup. Xudong, ha poi ribadito ciò che era già stato spiegato da un portavoce Motorola sul proprio blog in merito al rebranding: Lenovo mira a ridurre il numero degli smartphone rilasciati specificando che Motorola si concentrerà alla fascia alta del mercato e la serie Vibe di Lenovo si focalizzerà sul comparto entry-level e mid-range.Al portavoce di Lenovo è stata posta la questione inerentealla mancanza di uno scanner di impronte digitali, sugli smartphone Motorola usciti l'anno scorso dopo essere stata la prima ad introdurla su Atrix 4G nel 2011.

Il presidente ha risposto dicendo di essere sorpreso e di non aver capito anche lui il motivo della mancanza di tale feature sugli smartphone.

Ha rassicurato tutti dicendo che: tutti i dispositivi Motorola di quest'anno avranno il lettore d'impronte digitali, monteranno un display non inferiore ai 5 pollici e in totale, tra i due marchi “Moto” e “Vibe”, non verranno commercializzati più di 15 modelli nel 2016.Xudong ha poi specificato riguardo l'interfaccia utente che le UI utilizzate sia da Lenovo che Motorola: rispettivamente l'interfaccia Vibe e quella stock di Android si fonderanno in una nuova interfaccia che sarà svelata nel 2017.

I Servizi Google ritorneranno sicuramente in Cina

Il presidente ha infine confermato che Google sta per lanciare quest'anno i servizi Google Play in Cina. Già lo scorso anno si sono avute numerosi voci e report in rete su una versione speciale di Google Play per la Cina. Si supponeva che big “G” annunciasse la versione di Google Play dedicata al mercato cinese, con la presentazione dei suoi nuovi terminali Nexus, ma ciò non è accaduto per qualche motivo.

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

In molti pensano che appunto, la scelta di Huawei per la realizzazione delterminale Nexus 6p, sia stata principalmente indirizzata da questa volontà che Google aveva di riportare i propri servizi in Cina. Nessuno sa il merito, di questa risultato, se abbia pesato l'enorme importanza e influenza del produttore nei confronti del proprio governo.

Segui la nostra pagina Facebook!