Dopo anni di dominio Samsung non è più l'azienda con la maggior fetta nel mercato degli Smartphone in Italia. La notizia arriva dal sito Kantar WorldPanel ComTech, i cui dati vedono Huawei al comando con il 27,3% del totale del mercato italiano, mentre Samsung scivola in seconda posizione con il 24,7%, ma soprattutto con una crisi rispetto ad un anno fa che porta le vendite a meno 40% rispetto allo stesso trimestre del 2015.

Da non sottovalutare in questa ottica anche il caso Note 7, che dopo le tante esplosioni ha portato l'azienda sudcoreana ad adottare la decisione di sospendere la produzione del modello.

Danno economico non solo riscontrabile nell'immediato, con le mancate nuove vendite e quindi minor ricavi, ma anche dalla pessima pubblicità che le esplosioni hanno recato a Samsung, non ultimo si pensi al divieto di volo imposto negli Usa per i possessori del Note 7.

Ma torniamo a Huawei, la cui crescita non si ferma alla sola Italia, visto che già in chiusura del terzo semestre 2016, l'azienda cinese guidata da Richard Yu aveva venduto in Europa e Medio Oriente più di quanto fatto nell'intero anno solare precedente. Smartphone affidabili, eleganti e dal prezzo sempre contenuto: questa la ricetta vincente di Huawei, che con un esercito di modelli ha invaso e conquistato dapprima la fascia medio bassa del mercato, basti pensare al successo in termini non solo numerici di P8 Lite e P9 Lite, che ancora sul finire dell'anno in corso si attestano come due fra i modelli più venduti in assoluto in Italia.

Già da inizio anno i dati sulle vendite globali facevano presumere una netta crescita di Huawei: a metà 2016 la casa cinese aveva venduto smartphone per il 25% in più rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, tutto ciò in un contesto di mercato saturo, che vedeva il settore crescere solo del 3,1 %. Restringendo il campo di ricerca alla sola Italia, le vendite di Huawei nei primi mesi del 2016 erano cresciute di ben il 140%.

Ma l'obiettivo finale non è certo il primo posto nella sola Italia, basta sentire le parole del numero 1 di Huawei, Richard Yu: "Supereremo Apple nel 2018, diventando i numeri due al mondo, e continuando a fare bene entro cinque anni saremo primi». Chissà che in Italia questa volta non saremo stati precursori.

Segui la pagina Smartphone
Segui
Segui la pagina Tecnologia
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!