Pochi giorno fa in Parlamento il primo ministro australiano Tony Abbott aveva annunciato che un aereo australiano mentre aiutava le operazioni di ricerca nel' Oceano Indiano aveva avvistato in mare due oggetti, ipotizzando che fossero parti dell'aereo scomparso MH370. Intanto nella zona di avvistamento sta operando una nave australiana equipaggiata con una gru per il recupero degli oggetti; il tutto potrebbe portare ad una conclusione anche per domani mattina.

Oggi il primo ministro malaysiano Najib Razak ha annunciato che l'aereo scomparso MH730, di cui si sono perse le notizie, sarebbe precipitato nel sud dell'oceano Indiano; sembra una svolta decisa per un mistero che si protrae da parecchi giorni, che sembra affermare i numerosi avvistamenti delle operazioni di ricerca.

 

Inoltre secondo Hishammuddin Hussein, ministro malese dei trasporti e della difesa, gli oggetti avvistati potrebbero essere ritrovati entro domani. Infine da quanto riferito dall'agenzia Xinhua un aereo cinese avrebbe avvistato due oggetti "relativamente grandi" insieme a molti altri "più piccoli" a breve distanza. Tuttavia un aereo americano in ricognizione sembra smentire quest'ultimo avvistamento, in quanto non è riuscito da individuarli.

Speriamo solo che si possa portare a fine il più presto possibile questo giallo, riuscendo così a risolvere il mistero dell' aereo scomparso da ormai più di due settimane.

Segui la nostra pagina Facebook!