Dopo l'interrogazione parlamentare del senatore Bruno Mancuso del Nuovo Centro Destra, al fine di fare chiarezza sui casi che sembrano inspiegabili e pericolosi per gli abitanti della zona di Canneto di Caronia (ME), la Commissione Ambiente risponderà svolgendo un'audizione informale la prossima settimana, mercoledì 3 settembre. Questo è sembrato necessario dopo l'evoluzione dei misteriosi incendi e del ferimento di un paio di persone che si sono viste formare ustioni sulla pelle, inspiegabilmente.

Troppo spesso però, interrogazioni effettuate su argomenti borderline non hanno avuto una risposta chiara, e l'audizione informale potrebbe non essere una garanzia di chiarezza. Inoltre nell'interrogazione originale si chiedeva al Ministero della Difesa che fosse fatta chiarezza in relazione ad eventuali implicazioni militari come esercitazioni di guerra elettronica. In questo caso però sarà il Ministero dell'Ambiente a rispondere e ciò sembra indirizzare la risposta verso una causa naturale.

Nel frattempo continuano i fatti strani, gli incendi inspiegabili ed i malori.

Alcune persone hanno addirittura denunciato infiammazioni muscolari e gonfiori, e sono tutt'ora in cura, questo dopo i tre casi di ustioni che finora sembrano essere il risultato di esposizione a radiazioni ionizzanti. Nelle prossime settimane sia l'Arpa che l'Istituto di geofisica comunicheranno i risultati delle rilevazioni e monitoraggi ambientali eseguiti sul territorio in questione, ma propri in questi giorni, il sindaco Calogero Beringhelli sta firmando ordinanze di sgombero che interessano edifici colpiti dagli incendi apparentemente inspiegabili.

Ormai rimane al suo posto solo una famiglia che avrebbe chiesto al sindaco qualche giorno di più per organizzare il trasloco dalla frazione di Canneto. Speriamo che i dati scientifici possano aiutare a risolvere il problema che va facendosi via via più grande, e non sembra minimamente scomparire, e questo lascia dei dubbi sulle eventuali dichiarazioni che verranno rilasciate dagli ambienti scientifici competenti.

Segui la nostra pagina Facebook!